Caricamento in corso...
04 novembre 2008

Torino celebra l’arte: Dalla Preistoria al futuro

print-icon
Dam

Damien Hirst - Two Similar Swimming Forms in Endless Motion 1993 - Installazione con due cuccioli di squalo in formaldeide, plexiglas e metallo dipinto

I capolavori della collezione Bischofberger in mostra fino al 1 marzo 2009. Guarda la fotogallery

La Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli presenta la collezione privata di Bruno e Christina
Bischofberger
. Una straordinaria raccolta di oltre 160 opere di arte contemporanea, design, fotografia, archeologia e arte popolare.
La mostra è un viaggio affascinate curato da Magnus Bischofberger, il più giovane dei quattro figli dei collezionisti e svela al grande pubblico la varietà dei generi raccolti in più di quarant’anni di passione. Da Andy Warhol a Le Corbusier, da Gio’ Ponti a Lucio Fontana, passando per Richard Avedon, Robert Mapplethorpe, Man Ray e molti altri.

Bruno Bischofberger, classe 1940, a quindici anni ha già le idee chiare: acquista oggetti di antiquariato, studia storia dell’arte e archeologia. Nel 1965 organizza la prima mostra Pop-Art in Europa con opere di Andy Warhol, Roy Lichtenstein, Robert
Rauschenberg
, Tom Wesselman, Claes Oldenburg e Jim Dine. Sono i suoi primi passi, decisivi. Bischofberger precorre i tempi e l’evoluzione dei gusti, commerciali e non.

Due cuccioli di squalo in formaldeide e plexiglas di Damien Hirst aprono l’esposizione che chiude con il nucleo di quadri del XIX secolo dell’Appenzell in Svizzera, regione di cui Bruno Bischofberger  è originario. Nella storia delle tradizioni alpine emerge l’orgoglio di uno dei galleristi più famosi al mondo.

Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli
Via Nizza 230 - Torino
Orario: 10-19 da martedì a domenica - chiuso il lunedì
Informazioni e visite guidate su richiesta allo 011 0062713

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky