16 gennaio 2009

Eros, strip-tease e Fantasies

print-icon
Lis

Dirty Martini’s Legs, Women Watching, NYC, 2003 20 x 24 inch Chromogenic print Lisa Kereszi Courtesy METRONOM

Fino al 17 gennaio 2009 la Galleria Metronom di Modena ospita Fantasies la prima personale italiana della fotografa americana Lisa Kereszi. Ballerine, spogliarelliste e pin-up: guarda la fotogallery

di Barbara Ferrara

Lisa Kereszi, classe 1973, nasce in Pennsylvania e tuttora insegna presso la prestigiosa Yale School of Art. Pubblica le sue fotografie per GQ, The New York Time , The New Yorker e vince prestigiosi premi quali il Baum Award for Emerging American Photographers e il Connecticut State Arts Council Grant.

Il suo stile si fa spazio tra i territori dell’eros, evoca l’arte dello strip-tease e del nostalgico burlesque. Nelle sue immagini è forte il contrasto tra le luci a neon dei locali notturni che promettono notti di fuoco e la penombra degli interni vuoti. Gli sguardi sognanti delle donne ritratte, quasi perse nel vuoto fanno pensare, e immaginare una realtà al di là dei corpi nudi, delle notti brave e i trucchi di scena.

La mostra al Metronom di Modena presenta ventidue fotografie del progetto Fantasies realizzato tra il 1999 e il 2005. Fatale fu la notte del 1999 quando Lisa Kereszi assiste ad uno show di burlesque in uno locale notturno di Times Square a New York, da lì ha inizio la sua ricerca artistica sulle tracce del burlesque. Da qui le mille suggestioni di uno stile che innanzitutto evoca, rimanda e provoca.

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky