Caricamento in corso...
05 febbraio 2009

L’Art Déco è donna: guarda la fotogallery

print-icon
111

Nudo e paesaggio fiorito, 1920 Guido Cadorin collezione privata

Fino al 28 giugno 2009 Rovigo celebra “L’arte in Italia tra le due guerre”, una straordinaria mostra che privilegia la produzione pittorica rispetto alle arti applicate da sempre l’aspetto più diffuso di questa corrente artistica.


La mostra, promossa dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo con Accademia dei Concordi, la Regione del Veneto, il Comune e la Provincia di Rovigo, è curata da Dario Matteoni e Francesca Cagianelli, resterà aperta sino al 28 giugno 2009. Fino ad oggi il tema del Déco indagato è presentato al grande pubblico prevalentemente per gli aspetti connessi alle arti applicate, agli interni e all’architettura. Solo di recente si è cercato di verificare anche nelle altre arti le possibili consonanze con il gusto déco.  L’intento della mostra è di offrire al pubblico un possibile filo di lettura con uno  sguardo  che privilegia la produzione pittorica (senza tralasciare la scultura cui è dedicata una sezione) nell’assunto che un filo di coerenza percorra tali ricerche proprio nel riferirsi alla comune problematica della decorazione e del moderno.

La mostra intende documentare alcuni aspetti esemplari connessi alle arti decorative al fine proprio di offrire le possibili sfaccettature con le quali il gusto déco si presenta in Italia: così accanto alla grafica si è voluto in particolare presentare la produzione che l'architetto milanese Giò Ponti realizza per l'industria ceramica Richard Ginori, produzione significativamente premiata  all’Esposizione di Parigi del 1925 e ancora l’attività di Vittorio Zecchin in bilico tra decorazione pittorica e raffinate produzioni vetrarie.

La undici sezioni sono così intitolate: Inflessioni decorative; Verso nuove sintesi; Orizzonti esotici; Da Venezia a Bisanzio: il Déco di Vittorio Zecchin tra vetri e dipinti; Il Pochoir: mode tra Oriente e Settecento; Divagazioni futuriste; Donne del futuro; La severità del Déco; Il sogno dell’antico; Giò Ponti:conversazioni classiche alla Richard-Ginori; Déco scolpito.

Pinacoteca di Palazzo Roverella - Rovigo
Via Laurenti 8/10
Per informazioni, prenotazioni, didattica, laboratori, visite guidate:
tel. 0425.460093 / cell. 348.3964685
info@palazzoroverella.com

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky