Caricamento in corso...
09 marzo 2009

Roma celebra Hiroshige, il maestro della natura

print-icon
Vis

Kanbara. Neve di sera [stazione 16] Serie: Cinquantatré stazioni di posta del Tōkaidō 1833-1834 ca. silografia policroma 259x386 mm Honolulu Academy of Arts, Gift of James A. Michener, 1971, HAA 15927

Per la prima volta in Italia 200 opere di uno dei più grandi artisti giapponesi di ogni tempo. Dal 17 marzo al 7 giugno 2009 in mostra al Museo Fondazione Roma Utagawa Hiroshige: guarda la fotogallery

La produzione di Hiroshige è essenzialmente di stampe policrome. Divisa in cinque sezioni, la mostra della Fondazione Roma Museo, presenta opere provenienti dall’Honolulu Academy of Arts che possiede forse la più grande raccolta di stampe di Hiroshige in Occidente. La prima sezione, ”Il mondo della natura” raggruppa stampe che sono dei capolavori di rappresentazione di elementi della natura: uno stormo di oche selvatiche che in volo attraversano uno scorcio di luna piena o un piccolo branco di salmonidi. La seconda, “Cartoline dalle province” è dedicata a opere in cui Hiroshige interpreta località del Sol Levante divenute famose per una caratteristica naturale, per una veduta spettacolare o per i loro valori mitologici, letterari.

La terza “La via per Kyoto” è dedicata alle due grandi vie che collegavano la capitale imperiale di Kyoto a quella amministrativa di (Tokyo) Edo, rispettivamente lungo la costa (Tōkaidō) e nell’interno (Kisokaidō). Nella quarta “Nel cuore di Tokyo” è rappresentato il vedutismo di Edo, la “capitale orientale”, l’attuale Tokyo dove risiedeva lo shōgun, il capo militare e politico del Giappone.

Una sezione a parte “Il vedutismo di Hiroshige nella prima fotografia giapponese”, a cura di Rossella Menegazzo, testimonia con foto e cartoline di paesaggio e di luoghi celebri, l’influsso che il maestro ebbe sul nuovo mezzo visivo, e sull’immaginario dei primi fotografi: il taglio visivo delle inquadrature, la scelta dei luoghi già da lui resi famosi nelle stampe, il suo “modo di vedere” la realtà della natura perdurarono anche nelle nuove immagini. Tanto da far percepire una continuità quasi naturale dalla tradizione pittorica dell’ukiyoe alla modernità del mezzo fotografico.



IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky