Caricamento in corso...
11 giugno 2009

Lucca celebra l’arte astratta

print-icon
Dor

Piero Dorazio - Intralcio, 1967 olio su tela, cm 40x50 Collezione T.F. Roma

Fino al 23 agosto 2009, il Lucca Center of Contemporary Art ospita la mostra “Un mondo visivo nuovo. Origine, Balla, Kandinsky e le astrazioni degli anni '50”: guarda la fotogallery

La mostra curata da Francesca Romana Morelli e Maurizio Vanni ospite del Palazzo Boccella, presenta circa cinquanta splendide opere. Molti tra i dipinti e le sculture sono apparse nelle mostre dell’epoca, sulla rivista della Fondazione “Origine” o appartenute agli stessi artisti e architetti. Il percorso espositivo si divide in quattro sezioni, una parte introduttiva per conoscere i protagonisti di questa storia, Giacomo Balla ed Emilio Villa, per citarne solo alcuni.

Il cuore della mostra è dedicato a Capogrossi, Burri, Colla e Ballocco mentre le sale più piccole sono dedicate a Piero Dorazio e Achille Perilli, che ebbero un ruolo incisivo nei primi anni della Fondazione Origine. Tra gli altri, Accardi, Vedova, Afro, Sanfilippo, Turcato, Mimmo Rotella ed Enrico Prampolini.

La terza sezione presenta i padri storici, quali Kandinsky, Sonia Delaunay e Balla. Una grande sala accoglie un’opera di maestri stranieri con cui gli artisti di Origine trovarono delle affinità elettive: da Hans Hartung a Corneille, da Arp a Sebastian Matta, da Max Bill a Ben Nicholson. Conclude l’itinerario espositivo una quarta sezione che mostra le strade individuali prese in seguito da alcuni protagonisti, documentate da un’opera eseguita tra gli anni ’60 e ’70  ciascuna di forte impatto visivo.


Lu.C.C.A – Lucca Center of Contemporary Art  
Via della Fratta 36, Lucca
Infotel. + 39 O583 571712




Sei appassionato di Arte? Scopri come vincere un viaggio ad Hollywood e tanti fantastici premi

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky