12 giugno 2009

Il Giardino incantato di Marialuisa Tadei

print-icon
Mar

Marialuisa Tadei - Il giardino delle intuizioni

Fino al 22 novembre 2009 in occasione della 53ma edizione della Biennale di Venezia sarà possibile ammirare le opere dell’artista romagnola. Le lacrime della grande ciglia: ecco un’anticipazione

Le opere di Marialuisa Tadei rimandano ad immagini precarie che provengono dalle profondità della psiche, quasi uno spaccato d’inconscio collettivo. L’artista rende leggeri materiali che solitamente sono pesanti, come il ferro, e viceversa appesantisce materiali trasparenti e leggeri, come il vetro e gli specchi.

Marialuisa Tadei nasce come pittrice, ama la sintesi e il segno, Giotto, Cimabue e Beato Angelico tra gli altri. Attraverso il suo percorso artistico celebra il simbolismo e lo slancio mistico della sua anima. Le lacrime della grande ciglia, esposta nel padiglione della Biennale così come la sua mostra personale allestita presso la chiesa di San Samuele Paradise Pavillon creano una nuova versione dello spazio ed esprimono la sintesi del suo lavoro più recente.


Chiesa di San Samuele (accanto a Palazzo Grassi)
Campo San Samuele
Venezia





Sei appassionato di Arte? Scopri come vincere un viaggio ad Hollywood e tanti fantastici premi

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky