Caricamento in corso...
06 ottobre 2009

Mani in alto, polizia tra humor arte e storia!

print-icon
num

Numero 327 - 1921

"In nome della Legge. Tracce satiriche della Polizia italiana tra Otto e Novecento" è il titolo della mostra che dal 6 ottobre fino al 14 novembre sarà ospite a Roma presso la Biblioteca nazionale centrale. Guarda la fotogallery

La mostra curata da Fabio Santilli con la collaborazione di Raffaele Camposano., racconta in chiave ironica la nascita e l’evoluzione storica della Polizia tra ‘800 e ‘900 e offre un insolito spaccato del nostro paese dal 1848 al fascismo attraverso la figura del poliziotto. La ricca selezione di vignette e caricature satiriche, selezionate da quotidiani e periodici dell’epoca, fa sorridere e riflettere, mostra le diverse prospettive con cui le varie testate leggevano i fatti di cronaca, elaborando la satira del tutore della legge secondo aspetti di denuncia e di presa in giro che rimangono sostanzialmente sempre gli stessi.

Dall’Asino a Rugantino, al Guerin Meschino, al Travaso delle idee, il poliziotto appare sempre più come personificazione di un sistema politico messo in discussione attraverso la lente pungente dell’ironia. Completa l’esposizione una ricognizione della presenza del poliziotto nella letteratura, nel teatro, nel fumetto, da Verga a Trilussa, da Di Giacomo a Eduardo, fino a Sergio Tofano, Jacovitti, Giove Toppi e alle loro strisce sugli storici giornali a fumetti, dal Corriere dei piccoli all’Avventuroso. La mostra, promossa dall’Ufficio Storico della Polizia di Stato, è anche un libro che verrà presentato oggi pomeriggio 6 ottobre nel corso dell’inaugurazione.


Sede della mostra:
Biblioteca nazionale centrale
Viale Castro Pretorio 105 – Roma
Infotel. +39 0649891
Ingresso libero

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky