Caricamento in corso...
09 dicembre 2009

L’America incontra Milano

print-icon
04_

Per Billgren, Poolvixen, 2009, c-print, 40,5 x 50,5 cm - Courtesy Galleria Rubin Milano

Fino al 31 dicembre 2009, la Galleria Rubin del capoluogo lombardo presenta per la prima volta in Italia “Americana”. Una collettiva di fotografi USA, da Per Billgren a Sara Greenberger Rafferty, a Dennis Santella: guarda la fotogallery

La Galleria Rubin presenta per la prima volta in Italia una collettiva di fotografi americani: Per Billgren, Sara Greenberger Rafferty e Dennis Santella. La mostra si intitola “Americana”, come l’omonimo romanzo di Don De Lillo, in cui il protagonista attraversa gli Stati Uniti filmando la gente comune e descrivendo le forti contraddizioni della società.

La serie di fotografie presentata da Per Billgren ruota intorno alla varia umanità che affolla le convention negli alberghi. Ritrovi dove l’americano medio si incontra per condividere una comune passione. Come un reporter l’artista ha documentato numerosi congressi, che da anni segue in località più o meno remote degli Stati Uniti.  I protagonisti di questi scatti sono ventriloqui, impagliatori di animali, maghi, pornostar per una notte e sosia di celebrità hollywoodiane.

Di Dennis Santella vengono presentate due serie di lavori: “Harlem Gardens” e “Splits”. Nella prima, protagonista è il quartiere di Harlem dove Santella ha vissuto a lungo. Qui ha fotografato per un anno il fenomeno dei community gardens, ovvero lotti non edificati che il Comune lascia in stato di abbandono e di cui talvolta i residenti si appropriano per destinarli agli usi più diversi. La seconda serie “Splits” nasce da una riflessione sull’indecisione nella scelta delle inquadrature. Il risultato è un’immagine divisa in due ma realizzata sullo stesso negativo, a testimonianza di due distinti momenti.

Sara Greenberger Rafferty usa i protagonisti della Comedy del XX Secolo come punto di partenza per una riflessione sociale più ampia. I ritratti di Bill Cosby, Goldie Hawn e Madeline Kahn, solo per citarne alcuni, sono riprodotti con una tecnica particolare che li vede stampati con una macchina non professionale, elaborati manualmente e digitalmente per poi essere ristampati in forma di fotografia. I soggetti trasfigurati dalle macchie e dai pixel che emergono impietosi evocano un corpo ferito e rimandano ad umori corporali molto reali, come lacrime e sangue.
 
Galleria Rubin
via Bonvesin de la Riva 5 - Milano
Infotel. 0236561080


IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky