16 settembre 2010

Quando l’arte è uno sporco lavoro

print-icon
12_

Fonte Flickr: www.flickr.com/photos/jmpk/1673689022/

Direttamente dal Texas, Stati Uniti, Scott Wade un eccentrico artista trasforma i vetri sporchi delle automobili in autentici capolavori di polvere

di Giuseppe Lamanna

L’arte è uno sporco mestiere, ma qualcuno deve pur farlo. Nel corso dei millenni, la storia ha mostrato numerose forme d’espressione artistica, dagli ancestrali graffiti sulle grotte neolitiche fino alle sculture di Maurizio Cattelan. Oggi, nell’era più ecologica che stiamo vivendo, Scott Wade, eccentrico artista statunitense, ha trovato un modo assolutamente originale per esprimere la propria creatività. Si chiama Dirty Car Art e consiste nel disegnare qualsiasi cosa, dai personaggi dei fumetti fino ai più splendidi paesaggi, sui parabrezza sporchi delle automobili. Dopo aver messo al bando l’ormai banale scritta “lavami”, Wade restituisce dignità a qualsiasi automezzo, prima che l’autolavaggio faccia il suo “sporco” lavoro.

Come è nata questa sua particolare passione per i lunotti sporchi delle automobili?
Ho abitato per circa vent’anni tempo in una piccola cittadina del Texas, dove le auto erano perennemente sporche. Mio padre era un disegnatore dilettante, e sicuramente mi ha trasmesso parte della sua passione. Ho iniziato per gioco, scarabocchiando sui vetri delle auto in sosta. Poi, con il passare del tempo, ho sviluppato nuove tecniche per rendere le mie opere più belle, fino ad arrivare a quelle che uso adesso. Dal 2003 creo i miei disegni con una speciale gomma, più spazzole e pennelli assortiti per creare I vari effetti e le sfumature.

Quali sono i soggetti preferiti delle sue opere?
Mi piace cercare di riprodurre dipinti degli antichi maestri, ma in realtà sono disposto a provare qualsiasi cosa. Per me non è tanto il soggetto, ma la bellezza del mezzo che mi attira.

Quanto tempo impiega per realizzare uno dei suoi lavori?
Dipende dalla complessità dell’immagine. Ho fatto alcuni lavori in pochissimi minuti, mentre altri hanno richiesto anche un lavoro di più di quattro ore. Se dovessi fare una media, direi circa un’ora per un lunotto di media grandezza.

Però, quando arriva la pioggia, lavando via in pochi minuti ore di duro lavoro, non le dispiace che la sua arte sia solo “temporanea”?
A volte sì, sento un po’ di rammarico. Però, l’impermanenza di questa forma d’arte è una delle cose che amo di più. Mi aiuta a non prendermi troppo sul serio, ma soprattutto mi ricorda che la vita stessa è impermanente, e tutto ciò che amiamo non resterà qui a lungo. Quindi, dobbiamo imparare a godere della meraviglia e della bellezza delle cose mentre siamo qui.

Prima di ogni sua esibizione, come fa a preparare l’automobile sulla quale dipingere? Deve trovare una strada sterrata nelle vicinanze?
Anche se mi piace molto usare una “tela naturale”, a volte semplicemente non è pratico di trovare una strada sterrata e proseguire per giorni a prendere polvere. Ci vuole circa una settimana e mezzo per costruire una "tela corretto." Se si tenta di farlo in un solo giorno, la sporcizia cade appena fuori dalla finestra. C'è qualcosa nel passare del tempo che è necessario per una finestra di costruire il giusto tipo di strati. Così ho trovato un modo per applicare la polvere sui vetri posteriori delle auto per simulare l'effetto di una vettura che è stato sulle strade schiena per giorni. Sono in grado di preparare un veicolo in circa 10 minuti.

Quale sarà la sua prossima opera?
Il mio sogno è che la Land Rover (www.landrover.com) mi chiami per uno spot pubblicitario per il prossimo Super Bowl (www.superbowl.com). Scherzi a parte, ho intenzione di continuare a esplorare tutte le possibili applicazioni di questa particolare forma d’arte.


Scott Wade all’opera: guarda il video

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky