05 ottobre 2010

Che ci faccio io qui?

print-icon
01_

Riccardo Venturi

E’ il titolo della mostra fotografica che documenta la condizione delle madri e dei bambini nelle carceri italiane. A Milano presso lo Spazio Oberdan dal 9 al 20 ottobre 2010: guarda la gallery

di Barbara Ferrara

La mostra, a cura di Emiliano e Maurizio Bartolucci, testimonia la condizione delle madri e dei bambini costretti a vivere in carcere. L’obiettivo di Marcello Bonfanti, Francesco Cocco, Luigi Gariglio, Mikhael Subotzky e Riccardo Venturi racconta la vita negli istituti penitenziari femminili di Roma, Avellino, Milano, Torino e Venezia.

Scatti toccanti e spietati, in bianco e nero e a colori, che raccontano storie di stra-ordinaria quotidianità vissuta dietro le sbarre. La mostra nasce dalla collaborazione tra l’associazione di volontariato “A Roma, Insieme” e i fotografi dell'Agenzia Contrasto. Lo scopo è portare alla luce un tema spesso ignorato nonostante i dati allarmanti sul sovraffollamento e l’aumento dei suicidi. Risvegliare le coscienze di chi, nella maggioranza dei casi, è al di fuori di una realtà segnata dalla sofferenza e dalla disperazione.

Lo sguardo dei cinque fotografi coinvolti nel progetto si posa con delicatezza sui volti segnati delle madri e su quelli dei propri figli, spesso ignari del destino che li aspetta fuori. Fino al terzo anno di età infatti possono stare accanto alle proprie madri, subendo le regole restrittive di un sistema che non tiene conto dei loro bisogni e non è adatto alla loro crescita.

Forse non tutti sanno che nella maggioranza delle carceri italiane manca il personale specializzato per l’infanzia, non esistono nidi né aree verdi. I bambini pagano le colpe dei propri genitori e spesso la loro l’uscita dalla cella segna l’inizio di un altro calvario. Una mostra che fa riflettere e che difficilmente si dimentica.

Sede della mostra
Spazio Oberdan
Viale Vittorio Veneto 2 - Milano
Ingresso libero
Infotel +39 02 77406300

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky