13 dicembre 2010

Betty Page, l'eterna regina delle pin up

print-icon
bet

La mostra "Betty Page" si terrà fino all'11 febbraio presso la galleria d'arte Contemporary Concept di Bologna

Fino al prossimo 11 Febbraio si terrà a Bologna presso la galleria d'arte Contemporary Concept la mostra "Betty Page", la più avvincente esposizione fotografica al mondo mai realizzata dedicata alla regina delle pin-up. GUARDA LE FOTO

Guarda anche:
Guarda la fotogallery della mostra
Bettie Page: Bondage Queen
Tutte le seduzioni del Burlesque
Christina Aguilera, burlesque e paillettes
Dita negli occhi
Pin-Up Forever

di Massimo Vallorani

Uno sguardo ammiccante da togliere il fiato; i capelli lunghi e scuri; il sorriso innocente della ragazza della porta accanto; i seni generosi; un fondoschiena procace. Sono questi i marchi di fabbrica di Betty Page (da qualcuno e in altre documentazioni chiamata "Bettie Page"), la più famosa pin up di sempre a cui, ora, la Galleria d'arte Contemporary Concept di Bologna rende un bell'omaggio con una mostra fotografica. (fino all'11 febbraio). Un tributo quanto mai doveroso, visto che il mito di Betty Page, proprio in questi ultimi anni, è cresciuto enormemente. Un'inversione di rotta dovuto principalmente al clamore della sua scomparsa, avvenuta l'11 dicembre 2008, e anche grazie al film di David Lynch, Lost Highway (in Italia, Strade perdute), nel quale la protagonista si ispira esplicitamente al modello esteriore di Betty Page.

Betty Page tribute:



Bettie Page nacque il 22 aprile 1923 a Nashville (Tennessee). A soli 10 anni, in seguito al divorzio dei genitori, viene affidata ad un orfanotrofio, dove rimase per circa un anno. La sua sfortunata condizione non le fu d'impedimento. Molto presto entra in una comunità assistita e lì impara a cucinare, leggere, scrivere e cucire, Durante gli anni del liceo si rivela una brillante studentessa. Si iscrive al Peobody College con l'intenzione di diventare un'insegnante, ma il suo più grande sogno è quello di diventare un'attrice di cinema. Per questo motivo studia arte drammatica, elemento che la porta a trovare il suo primo lavoro: battere il manoscritto dell'autore Alfred Leland Crabb. Si laurea in arte nel 1943, e nello stesso anno sposa Billy Neal con cui si trasferisce a San Francisco, dove trova il suo primo lavoro come modella per una pellicceria.

Dopo il divorzio da Billy nel 1947 e il suo trasferimento a New York, la svolta arriva nel 1950. quando incontra Jerry Tibbs, un ufficiale di polizia con l'hobby della fotografia. Insieme producono il suo primo portfolio da pin-up. In pochi mesi la sua carriera di modella decolla. Posa per riviste come Wink, Eyefull, Titter e Beauty Parade, ma diventa una vera e propria star solo dopo le foto pubblicate di Robert Harrison. Nel 1952, grazie alla sua apparizione su riviste a tiratura nazionale, Irving Klaw la cerca per il suo Movie Star News, unico e famosissimo catalogo di pin-up, con ambientazioni inerenti il bondage, il sadomaso o il fetish. Nel gennaio 1955 il fondatore di Playboy Hugh Hefner la scelse per essere "coniglietta" del mese. Le sue foto in bikini o in impalpabili completi di biancheria intima, senza disdegnare pose e abbigliamenti sadomaso furono un preludio alla rivoluzione sessuale degli anni '60. Smise di posare nel 1957. Tuttavia questa data non segna la fine della leggenda di Betty che, anno dopo anno, è andato crescendo fino a diventare leggenda. Il segreto sta forse il quella sua capacità unica di affascinare e sedurre con spirito libero, coniugando ironia e allegria, seduzione e erotismo, bellezza e innocenza.

Betty Page 1950:



BETTY PAGE

32 visioni + una dalla Collezione di Maurizio Rebuzzini
fotografie di Irving e Paula Klaw
a cura di Filippo e Maurizio Rebuzzini
fino all'11 Febbraio 2011
Contemporary Concept - Bologna

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky