Caricamento in corso...
29 luglio 2011

L'arte ai tempi di Kinect

print-icon
kin

La console di gioco Kinect ispira gli artisti del mondo intero.

Opere d’arte animate, proiezioni interattive, miniature in 3D. Decine di programmatori hanno modificato il controller per Xbox per trasformarlo in uno strumento di espressione artistica. È nata la Kinect Art?

Guarda anche:
Gallery: L’arte ad infrarossi di Kinect
Alla luce di Kinect


di Gabriele De Palma

Luce e colori, spazio, ritmo e suoni. Gli elementi classici delle arti visive vivono una nuova stagione grazie a Kinect, l'accessorio della console Xbox sensibile ai movimenti del corpo umano. Fin dal suo esordio sul mercato in molti hanno capito le potenzialità dirompenti dell'oggetto e della straordinaria tecnologia che implementa, e così ingegneri e programmatori si sono sbizzarriti a trovare applicazioni innovative. Grazie anche alla condivisione da parte di Microsoft dei segreti di Kinect, questo è diventato l'interfaccia più interessante e modificata del momento.
Uno dei terreni più fertili per l'inventiva dei programmatori si è dimostrato quello artistico, e gli esempi di tecnologia applicata all'arte sono tanti e sorprendenti, come si può vedere sui due siti dedicati nati online: kinecthacks.net e kinecthacks.com.

FOTO CINETICHE - A cimentarsi sono sia artisti con una carriera già avviata, sia ingegneri e programmatori che trasformano il dispositivo in uno strumento con cui creare forme e note. Tra i primi l'esempio più celebre è quello della fotografa Audry Penven, che quasi per caso ha provato a immortalare con una pellicola sensibile ai raggi infrarossi i suoi amici mentre giocavano con Kinect. Il risultato è stato così inatteso e poetico che la Penven ne ha fatto un vero e proprio stile fotografico. I corpi umani definiti dai punti di luci emessi dalla speciale telecamera RGB sono diventati una tecnica che persegue con passione (Guarda la Gallery).

POLLOCK 2.0 - Per rimanere alle arti figurative, ci sono almeno altre due applicazioni dell'hardware di Microsoft. Una è rappresentata dalle palle di colore di Andhi Pabst, che trasformano degli oggetti lanciati contro il muro (nel video di Pabst si tratta di fogli di carta appallottolati) in macchie di vernice. Jackson Pollock ci avrebbe probabilmente giocato volentieri. Altra bella applicazione di Action Painting è quella realizzata dagli studenti dell'Università di Scienza Applicata di Amburgo e battezzata InkSphere, che permette di disegnare con semplici movimenti delle mani su un foglio che scorre. L'effetto è un magico dipinto che ricorda anche la scrittura calligrafica degli ideogrammi cinesi.

Guarda il dipinto a quattro mani realizzato con InkSphere

INKSPHERE from INKSPHERE on Vimeo.

LA GIOCONDA, LIKE A VIRGIN - C'è chi invece ha deciso di animare i dipinti, come i francesi di Pupp'art, che con Kinect danno vita a un dipinto su una tela che imita i movimenti dell'artista. Con grande senso della dissacrazione, gli artisti d’Oltralpe hanno fatto amcje ballare la Monnalisa sulle note di Like a Virgin di Madonna.

Atelier : La Joconde, like a Virgin from Mosquito on Vimeo.

SOUVENIR 3D - Tre ragazzi spagnoli invece hanno usato i sensori Kinect per creare della miniature tridimensionali, sculture di plastica che riproducono un soggetto scansionato. L'invenzione, battezzata Be Your Own Souvenir , è valsa loro il primo premio nella categoria Hybrid Art al Festival Ars Electronica, e hanno intrattenuto gli avventori delle Ramblas di Barcellona con una dimostrazione dal vivo.

Guarda il video della performance a Barcellona

Be Your Own Souvenir! from blablabLAB on Vimeo.

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky