20 luglio 2012

James Bond, cinquanta anni di stile in mostra a Londra

print-icon
jam

Una mostra per celebrare i primi 50 anni di James Bond - Credits: Getty Images e MGM

Con “007 Licenza di Uccidere” nel 1962 prendeva il via una delle più popolari serie cinematografiche. Il Barbican Centre di Londra celebra l’evento con un’esposizione che ripercorre mezzo secolo di moda e design attraverso le avventure dell’agente segreto

Cinquanta anni e non sentirli, anzi... Stare ancora sulla cresta dell’onda, non solo ai botteghini, ma anche nell’immaginario collettivo come maestro di azione e - soprattutto - di classe ed eleganza. Proprio su quest’ultimo aspetto si concentra la mostra dedicata a James Bond inaugurata al Barbican Centre di Londra “Designing 007. Fifty years of Bond Style” (aperta fino al 5 settembre, anche per attirare il fiume di turisti che invaderà la capitale inglese per le Olimpiadi).
L’esposizione presenta oltre 400 “opere” legate allo stile dell’agente segreto, tra abiti di scena, automobili e gadget di ogni tipo. "Bond è un'icona britannica, ma è anche un cittadino del mondo. Per questo il suo aspetto non deve piacere solo nel Regno Unito, ma a livello globale", ha spiegato una delle curatrici nel presentare alcuni dei pezzi iconici, come il bikini bianco di Ursula Andress in “007 - Licenza di Uccidere”, l’Aston Martin DB5, gli abiti portati con straordinaria eleganza da Bond (smoking Savile Row indossati da Sean Connery, completi Brioni di Pierce Brosnan e Tom Ford di David Craig).

“Designing Bond”: gli abiti




I visitatoripotranno rivivere i momenti più spettacolari della serie anche grazie alle scenografie originali delle location visitate dall’agente 007. Tra l’altro, lo stesso percorso espositivo è strutturato come se fosse un film di 007: si inizia dall’ufficio di M, il direttore dei servizi segreti che da gli ordini a Bond, e poi si passa da Q per ammirare i gadget e le auto accessoriate. C’è poi una riproduzione del casinò e un Martini Bar dove ci si può concedere un drink “shakerato, non mescolato”, come ama ripetere l’agente con licenza di uccidere.
Una “Golden Room” raccoglie invece tutti gli oggetti dorati visti nella serie, come la famosa pistola di Scaramanga in “L’uomo dalla pistola d’oro”, il corpetto di Pussy Galore in “Missione Goldfinger”, e la replica a grandezza umana di Jill Masterson trovata morta ricoperta d’oro. Il percorso termina poi con il Palazzo di Ghiaccio di “La morte può attendere” dove sono proiettate le più belle scene di azione di Bond nella neve.

“Designing Bond”: le auto



Era il 1962 quando nelle sale arrivò “Agente 007 Licenza di uccidere”, primo episodio di una delle serie cinematografiche più longeve di sempre, ormai arrivata al 23esimo episodio con Skyfall in uscita proprio nell’anno del cinquantenario (in Italia arriverà in autunno).
Dal primo Sean Connery all’ultimo Daniel Craig, Bond non ha mai perso il tocco glamour anche nelle scene di azione più concitate. Non esagera, quindi, la curatrice della mostra quando afferma che il personaggio inventato da Ian Fleming è “l’uomo meglio vestito della storia del cinema”.

Skyfall: il primo trailer italiano


IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky