Caricamento in corso...
30 agosto 2012

Malinconia naif: l'arte di Dilka

print-icon
10_

Dilka, Monster Inside. Courtesy Mondo Bizzarro Gallery

La Mondo Bizzarro Gallery di Roma espone le opere dell'artista kazaka ma italiana di adozione. Che incanta e inquieta nello stesso tempo, con il suo Surrealismo Pop fiabesco e oscuro

Sono rotondi, fiabeschi e impregnati di una tristezza dark, i personaggi - soprattutto femminili - protagonisti dell’esposizione The Wild Escape.

L’artista è Dilka Nassyrova, per tutti semplicemente Dilka, nativa del Kazakistan ma trapiantata a Trieste. Esponente del progetto Italian Pop Surrealism, le sue opere, malinconiche eppure perturbanti nella loro inquietudine, hanno molte fonti di ispirazione: dagli amati libri per bambini ai film di animazione sovietici, dalla musica di Tom Waits a quella delle Coco Rosie, dalle favole dei fratelli Grimm agli horror giapponesi.

L’America, in cui la corrente del Surrealismo Pop ha avuto origine e fortuna, l’ha già conosciuta, grazie al magazine statunitense Juxtapoz, che ne ha celebrato l’opera.

La mostra The Wild Escape è curata da Andrea Oppenheimer e si svolgerà dall’8 settembre all’8 ottobre alla Mondo Bizzarro Gallery di Roma.

Mondo Bizzarro Gallery
via Reggio Emilia 32 c/d - Roma
Infotel +39 0644247451

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky