Caricamento in corso...
18 settembre 2012

La perfezione della forma

print-icon
02_

Edward Weston, Nude, 1936 ©1981 Center for Creative Photography, Arizona Board of Regents

Si intitola “Edward Weston. Una retrospettiva ” l’antologica dedicata al maestro americano che ha segnato la storia della fotografia. All’ex Ospedale Sant’Agostino di Modena, fino al 9 dicembre, saranno esposti alcuni dei suoi scatti più celebri

di Barbara Ferrara

A detta di Ansel Adams, suo celeberrimo collega, Edward Weston era un genio nel percepire le forme semplici ed essenziali. E se lo dice lui ben poco resta da aggiungere, oltre tutto ciò che si è già detto e scritto. La sua ricerca spasmodica della perfezione delle forme trova la massima espressione negli scatti dedicati ai nudi e alla natura. Per il maestro di Highland Park non c’è differenza alcuna nel modo di approcciarsi al soggetto. Che si tratti di un peperone, il cuore di un carciofo o il profilo di un seno, la sostanza, per meglio dire il risultato, non cambia.

Abbandonato lo stile flou e pittorialista degli esordi, l’obiettivo per Weston diventa la nitidezza assoluta di ogni dettaglio, quasi a sfiorare l'astrazione. Perseguire il rigore formale a ogni costo per l'artista voleva dire anche considerare la stampa dei propri negativi importante tanto quanto la scelta dell’inquadratura, dei tempi e della luce. Ragion per cui tutte le immagini esposte a Modena sono state scrupolosamente curate dal maestro stesso.

E se la forza dello sguardo di Lisette Model, già maestra di Diane Arbus, riusciva a catturare l’anima dei soggetti ritratti, possiamo tranquillamente asserire che quella indagatrice di Weston riesce a rendere la quintessenza della purezza esteriore, di un cavolfiore come di un essere umano. Mai nessuno fino ad allora si era spinto tanto. Le linee sinuose di una duna di sabbia rievocano la bellezza di un pube là dove natura e femminilità si fondono fino ad assurgere a icone senza spazio né tempo a cui ascriversi.

La splendida mostra, curata da Filippo Maggia, per la Fondazione Fotografia, dopo Modena si sposterà alla volta del Ciac, Centro Italiano Arte Contemporanea di Foligno dal 16 dicembre al 17 febbraio 2013. 

Sede della mostra
Ex Ospedale Sant’Agostino
Largo Porta Sant’Agostino 228
Modena

Scopri il genio di Edward Weston su youtube

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky