27 agosto 2009

Barbara Bach, la sexy regina dei B-Movie

print-icon
bar

Barbara Bach

Tanti auguri alla moglie di Ringo Starr, nata a New York il 27 agosto del 1947. E' stata una Bond Girl per l'agente segreto Roger Moore, ma anche la protagonista di molti cult del cinema di genere italiano. Guarda le foto e la videogallery

Chi non ha mai bazzicato il fantasmagorico, trucido e meraviglioso mondo del cinema bis,  la ricorda solo flirtare (nei panni del maggiore Anya Amasova) con Roger Moore in La spia che mi amava.
Ma Barbara Bach (il suo vero cognome è Goldbach) non è stata solo una delle Bond Girl più apprezzate dal pubblico maschile.
Nata come modella e comparsa spesso e volentieri sulle copertine di Playboy, Barbara complice il suo primo matrimonio con l'imprenditore italiano Augusto Gregorini, ha attraversato con le sue misure perfette e il suo sguardo felino tutti i generi del cinema italiano.

Sul grande schermo è stata la vittima di un serial killer nel thriller argentiano La tarantola dal ventre nero, l'annoiata e libertina compagna di merende di Renato Pozzetto e Adriano Celentano in Ecco noi per esempio e la spregiudicata avventuriera del Fiume del grande caimano. In tv, invece, ha esordito nel 1968 nei panni di Nausicaa nell'indimenticabile Odissea trasmessa dalla Rai
Insomma, anche se deve la sua fama soprattutto al suo matrimonio con il batterista Ringo Starr, conosciuto nel 1981 su set di Il cavernicolo, Barbara Bach è una figura da rivalutare nell'universo delle sexy attrici in voga negli anni 70

Troppo sofisticata e newyorchese per diventare una Charlie's Angels (le fu preferita Shelley Hack) solo per aver recitato a fianco di Joseph Cotten in L'isola degli uomini pesce, Barbara Bach merita un posto d'onore tra le regine del B-Movie


 

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky