10 dicembre 2009

La classifica degli attori più strapagati di Hollywood

print-icon
tom

Tom Cruise: avrà forse perso l’entusiasmo di qualche tempo fa? Anche di recente sembra essere un pessimo investimento ©kikapress.com

Cachet milionari e flop al botteghino. Forbes ha stilato la classifica delle dieci star con il più basso ritorno sugli investimenti dei produttori. E ci rivela anche chi sono gli attori più sottopagati di sempre: guarda la gallery

di Floriana Ferrando

Non sempre il nome dell’attore protagonista è garanzia di successo. Anzi, capita spesso che star con un ingaggio da capogiro recitino in pellicole che si rivelano totali flop al botteghino, come ci ricorda Forbes in questa classifica dei dieci attori più strapagati di Hollywood. Con il film della scorsa estate Land of the Lost, Will Ferrell ha conquistato lo scalino più alto del podio con un incasso ai botteghini di “soli” 65 milioni di dollari: per ogni dollaro pagato all’attore, i produttori ne hanno guadagnati poco più di tre. Una vera miseria per gli standard hollywoodiani.

Segue a ruota con pochi centesimi di distacco lo scozzese Ewan McGregor. Chi poteva immaginare che il protagonista di un film cult come Trainspotting potesse rivelarsi un pessimo investimento nelle ultime pellicole in cui è stato protagonista?

Ma non finisce qui. Non poteva mancare l’affascinante Tom Cruise e l’esilarante Eddie Murphy. Il successo di The Nutty Professor con 274 milioni di incasso ha perso tutto il suo splendore di fronte al clamoroso flop dei successivi Meet Dave e Imagine That: quest’ultima pellicola non ha raggiunto neppure i 20 milioni. Per non parlare di Leonardo Di Caprio, Drew Barrymore e Jim Carrey.

GLI ATTORI PIU’ SOTTOPAGATI
Da flop imprevisti, a successi ancora più inaspettati. A riscuotere sempre più successo sono le star low cost, quelle con un cachet relativamente basso rispetto ai milioni di incasso dei film. Certo, è un rischio scegliere attori poco conosciuti e con scarsa esperienza, ma una star a basso costo è una garanzia anche in caso di insuccesso; pensate quali sarebbero le perdite se il cachet fosse quello di Matt Damon o di Brad Pitt.

Michael Cera ne è l’esempio vivente. E infatti occupa il podio della classifica degli attori hollywoodiani più sottopagati di sempre stilata da Forbes la scorsa estate. Il suo ingaggio per il film Anno Uno era una miseria, ma la produzione ci ha comunque guadagnato bene, nonostante il film si sia rivelato un mezzo fallimento.

Ricordate Transformers interpretato da Shia LaBeouf? Il giovane attore è in testa alla classifica: per ogni dollaro pagato all’attore, la produzione ne ha intascati in media 160. Non c’è che dire, un vero affare.

Quando si parla di stipendi neanche i supereroi si salvano. Ecco all’ottavo posto Christian Bale interprete del Cavaliere Oscuro, sequel della saga Batman Begins e, ancora meglio, Robert Downey Jr. Il famoso Iron Man si piazza al quinto posto con un ritorno sui produttori di ben 78 dollari per ogni dollaro ricevuto.

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky