05 febbraio 2010

L'educazione sentimentale di Carey Mulligan

print-icon
ap_

Un'immagine dell'attrice, nominata agli Oscar e ai Golden Globe per la sua interpretazione di Jenny in An Education

Dal ruolo di Kitty Bennet in Orgoglio e Pregiudizio a quello della figlia di Gordon Gekko nel sequel di Wall Street sono passati solo 5 anni: una carriera-lampo, dai ruoli in tv alla nomination all'Oscar per An Education. E c'è anche tempo per l'amore...

di Francesco Chignola

In un'intervista all'Independent, Carey Mulligan racconta di aver deciso di intraprendere la carriera di attrice già da bambina: il fratello maggiore stava recitando in una riduzione scolastica di Il re ed io, quando la piccola si mise a piangere perché voleva essere anche lei sul palco. Da quel momento, dice, non ha voluto fare altro nella vita. In realtà, la vera carriera di Carey Mulligan inizia qualche anno più avanti quando, appena maggiorenne, viene scelta per interpretare una delle sorelle Bennet nel film Orgoglio e pregiudizio di Joe Wright, accanto a colleghe come Keira Knightley, Rosamund Pike, Talulah Riley e Jena Malone.

Quel ruolo fortunato le apre la strada, da principio, solo di una gavetta televisiva. Che però, grazie ad alcune scelte particolarmente azzeccate, tra le quali un episodio della popolare serie Doctor Who che diventa il più amato da critici e appassionati, dura poco tempo. Dopo alcuni ruoli minori in film importanti come Nemico Pubblico e Brothers, nel 2009 esce infatti An Education, il film della svolta nella sua vita e nella sua carriera. Un esordio da protagonista che le frutta nomination ai premi più importanti del mondo, dal Golden Globe all'Oscar, dai Satellite Award ai BAFTA. E che la lancia definitivamente come uno dei volti più interessanti della sua generazione.

Merito del suo fascino intelligente e della sua dolcezza, di uno sguardo scaltro, come di una che la sa sempre lunga, e di un volto quasi senza età: non a caso il suo personaggio Jenny Miller ha soltanto 16 anni, mentre l'attrice è stata scelta quando ne aveva già 22. Ma anche di un talento evidentemente naturale, proprio quello di chi non potrebbe far altro, nella vita, che stare su un palco e recitare. Nemmeno il rischio di rimanere intrappolata nel ruolo dell'eterna ragazzina sembra toccarla. E in uno dei suoi prossimi progetti la Mulligan avrà il piacere e l'onore di incontrare di nuovo la "sorella" Keira Knightley nel dramma fantascientifico Never Let Me Go.

Il 2010 di Carey Mulligan parte in ogni caso con il migliore degli auspici: l'attrice sarà infatti la figlia del leggendario Gordon Gekko (interpretato da Michael Douglas) nel tardivo sequel del film Wall Street diretto da Oliver Stone, il cui trailer circola da qualche giorno sulla rete. Un film a cui l'attrice è già molto legata per motivazioni del tutto personali. Sul set infatti, nell'agosto del 2009, si è innamorata di Shia LaBeouf, il protagonista di Transformers, che nel film interpreta il suo fidanzato, e che da allora è il suo compagno anche nella vita.

Ecco il video backstage di Carey Mulligan girato in occasione di un servizio fotografico per la rivista Elle.




Guarda anche:
La fotogallery di An Education
Un'educazione da Oscar: le reazioni della critica

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky