06 settembre 2010

Attori politicamente corretti

print-icon
arn

Arnold Schwarzenegger, attore e politico americano.

Da Ronald Reagan ad Arnold Schwarzenegger, sono tanti i volti del grande schermo che si sono buttati in politica. GUARDA I VIDEO

di Camilla Sernagiotto

Di politici che danno spettacolo è pieno il mondo, ma a volte accade proprio che un deputato attacchi l’arte del governo al chiodo per darsi a quella dell’attore.

Più spesso, però, accade il contrario, ovvero dal firmamento Hollywoodiano alle tribune politiche.

L’esempio più celebre è quello di Ronald Reagan, che dai titoli di coda di melodrammi e western come Love Is on the Air di Nick Grinde e I pascoli dell’odio di Michael Curtiz, passò ad essere uno dei nomi più conosciuti al mondo quando divenne il 40° presidente degli Stati Uniti d’America.

Ed eccolo qui, quando ancora nessuno poteva prevedere chi sarebbe diventato:



E voi avreste dato il vostro voto a un uomo d’acciaio nel vero senso della parola, ovvero al celeberrimo culturista e attore Arnold Schwarzenegger?

I californiani l’hanno fatto, nominandolo 38° Governatore della California per ben due volte, prima nel 2003 e poi riconfermandolo nel 2006.

Chissà se per convincere i suoi elettori a rieleggerlo Schwarzenegger ha rispolverato i suoi vecchi copioni, utilizzando una delle sue poche battute (17 in tutto) nel film Terminator:



Ma la voglia di politica non contagia solo gli attori: anche il mondo della musica a volte ne è attratto, come nel caso recente di Wyclef Jean, l’ex membro del gruppo The Fugees originario di Haiti che ha cercato in ogni modo di candidarsi alle elezioni presidenziali haitiane che si terranno nel novembre 2010.

Il rapper tuttavia non potrà presentare la propria candidatura poiché non più residente nell'isola.

Può sempre consolarsi riascoltando il pezzo che scrisse qualche anno fa: If I was President



E se il sogno di Wyclef Jean è la politica, quello nel cassetto di un politico italiano è la musica: l’attuale Ministro dell’Interno Roberto Maroni nel tempo libero suona la tastiera assieme alla storica band varesina Distretto 51.

Eccolo in versione Jerry Lee Lewis durante un concerto benefico a favore dei bambini di Haiti:



Oltre a Maroni, un altro nome della politica italiana si è dato allo spettacolo, questa volta vestendo i panni di presentatrice televisiva: stiamo parlando di Irene Pivetti, che dopo aver militato nella Lega Nord, essere stata eletta deputato, quindi Presidente della Camera nel 1994, passando successivamente all'UDEUR, ha infine deciso di uscire di scena e di rientrare dal retro come conduttrice di programmi.

Ecco l’ex Presidente della Camera che si scatena in una samba durante una puntata di Ballando con le Stelle:



Sempre rimanendo nel panorama italiano, c’è poi chi di spettacolo ne ha fatto parecchio ma ha anche deciso di tentare la carriera politica: il suo nome è Ilona Staller, meglio nota come Cicciolina.

Celebre pornostar di origine ungherese, nel 1979 venne candidata nella Lista del Sole, nel 1985 passò al Partito Radicale e nell’1987 fu eletta deputato nella X legislatura del Parlamento italiano con ben 20.000 preferenze, risultando nelle liste del Partito Radicale seconda solo a Marco Pannella.

Quattro anni più tardi, insieme alla collega Moana Pozzi, fondò il Partito dell'Amore con cui si ripresentò alle elezioni, ottenendo però pochi consensi.

Cicciolina ha continuato ad essere attiva in politica, battendosi contro ogni forma di violenza e contro l'uso indiscriminato degli animali per esperimenti scientifici, contro qualsiasi tipo di censura e per una sana educazione sessuale nelle scuole.

Nel 2002 tentò di candidarsi alle elezioni per il Parlamento Ungherese, ma senza successo.

Ed ecco un video di Cicciolina (non quello che pensate!) assieme a Marco Pannella in uno dei più recepiti messaggi elettorali del Partito Radicale:






IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky