12 gennaio 2011

E Lady Gaga lancia gli occhiali galattici

print-icon
lad

L'icona pop, insieme a Polaroid, ha creato degli occhiali da sole ultra-tecnologici, che registrano immagini dalla prospettiva del proprietario e le riproducono a beneficio di chi gli sta intorno. Non è la prima star a cercare fortuna nella moda

di Carola Frediani

Gli occhiali da sole, possibilmente sempre più costosi, strani e tenebrosi, sono ormai un accessorio indispensabile per l'immagine e la tenuta psicologica dei vip e aspiranti tali. Lady Gaga, a giudicare dal suo look camaleontico, ne avrà almeno un intero armadio. Tanto che deve essersi pure un po' stufata. Sta di fatto che miss Germanotta ha deciso di reinventarli in chiave tecnologica, anche grazie alla collaborazione con Polaroid. Sì, proprio così, il colosso della fotografia ha affidato alla cantante di Telephone il ruolo di direttore creativo di una linea di prodotti hi-tech, tra cui degli occhiali videocamera.

I Polarez GL20 infatti non servono solo a schermare i raggi del sole ma anche a riprendere il mondo circostante con una videocamera integrata nel ponticello e a riprodurlo in tempo reale su due schermi Oled da 1,4 pollici collocati sotto gli occhi. Tramite uno slot per SD card inoltre chi indossa questi occhiali megagalattici potrà anche mostrare all'esterno un video, le foto delle proprie vacanze, o qualsiasi altro contenuto che riterrà opportuno. Magari proprio mentre si sta parlando, faccia a faccia, con una persona. Che sarà suo malgrado obbligata a sorbirsi questo flusso di coscienza digitale semplicemente guardando l'interlocutore negli occhi.

Naturalmente tutto ciò che viene registrato dai Polarez GL20 può essere trasferito su un computer grazie a una Usb rimovibile nascosta nella asticella degli occhiali; così come una foto può essere inviata a una stampante via Bluetooth. Insomma, non sembra proprio mancare niente a questo prodotto, fatta eccezione, se proprio vogliamo essere pignoli, per il senso. A cosa serviranno esattamente questi occhiali futuristici, oltre che a torturare gli sfortunati interlocutori con immagini non richieste, un po' come succede con i monitor delle stazioni? Secondo il blog Gizmodo, specializzato in gadget, cavalcano comunque una delle tendenze più forti della tecnologia contemporanea: il micro-broadcasting.

Lady Gaga sembra avere ad ogni modo le idee chiare al proposito: "Mi considero una visionaria, non solo una cantante o cantautrice. Sono un'artista. E ho portato la mia prospettiva e il mio amore per la moda, la tecnologia e la mia ossessione per il futuro nel lavoro per Polaroid".

Non è per altro l'unica, nel mondo della musica, ad avere simili visioni. Sono molte le donne di spettacolo che a un certo punto si sono scoperte stiliste, designer e artiste nella distillazione di essenze. A partire da un'altra stella del pop, Britney Spears, che qualche mese fa ha lanciato il profumo Radiance, ma anche una linea di abbigliamento per Candie's, un marchio statunitense. Mentre Madonna, insieme alla figlia Lourdes, ha da poco creato una linea di vestiti per adolescenti, dallo stile molto anni '80, e battezzata, manco a dirlo, Material Girl.

Anche se indubbiamente sul fronte della temerarietà stilistica Lady Gaga non ha rivali: il celebre vestito di carne con cui si è presentata alla premiazione degli MTV Video Music Awards è stato definito da Time il principale "fashion statement" (dichiarazione di stile) del 2010.

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky