24 febbraio 2011

Oscar: una curiosità tira l'altra

print-icon
osc

Un 'immagine dell'esterno del Kodak Theatre di Hollywood

Domenica 27 febbraio si terrà la 83esima edizione degli Academy Awards (diretta Sky Cinema 1 e Sky Cinema 1 HD a partire dalle 23,55). In attesa del grande evento ecco un po' di spigolature legate al più ambito riconoscimento cinematografico. FOTO E VIDEO

Guarda anche:

L'album degli Oscar 2011
Scopri sulla Guida Tv la diretta con la notte degli Oscar
l discorso del re, le immagini del film

The Social Network: il trailer italiano
Il cigno nero vola nelle sale e verso gli Oscar. Le foto
La pagina facebook di Sky Cinema

di Massimo Vallorani

E' partito il conto alla rovescia per la consegna delle statuette più ambite dai protagonisti del grande schermo. Il prossimo 27 febbraio al Kodak Theatre di Hollywood (diretta Sky Cinema 1 e Sky Cinema 1 HD a partire dalle 23,55) si terrà la 83esima edizione della cerimonia di premiazione. Naturalmente la lunga storia degli Oscar nasconde grandi e piccole curiosità. Eccone alcune.

Si può partire, per esempio, dall'origine del nome della statuetta, ufficialmente conosciuta come Academy Award of Merit ma da tutti ampiamente nota col nome di Oscar, pare sia nata dopo un'esclamazione di Margaret Herrick, impiegata dell'Academy of Motion Picture Arts and Sciences. Quando la vide disse: "Assomiglia proprio a mio zio Oscar!". Una statuetta, al di là del suo altissimo valore simbolico, è relativamente leggerà: infatti pesa poco meno di 4 chili ed è alta appena 33 centimetri. E' realizzata con una lega di stagno, rame e antimonio, e placcati con rame, nickel, argento e oro. Sono fabbricati dalla R.S. Owens di e costano circa 18.000 dollari al pezzo. Soltanto, durante la seconda guerra mondiale, vista la penuria di metalli, gli Oscar furono realizzati in gesso.

Tornando alla cerimonia di premiazione, la prima si tenne 16 maggio 1929 alla Blossom Room dell'Hollywood Roosevelt Hotel, in 250 assistettero alla premiazione e il costo del biglietto era di 10 dollari. Soltanto tre volte è stata rinviata: nel 1938 per le inondazioni di Los Angeles, nel 1968 per l'omicidio di Martin Luther King e nel 1981 dopo un attentato al Presidente Ronald Reagan. Ancora oggi è Ben Hur di William Wyler il film con più Oscar vinti, 11 su 12 nomination, seguito da West Side Story del 1961 con 10 Oscar su 11 nominations, Titanic di James Cameron che ha collezionato 11 statuette su 14 nomination. Chiude Il Signore degli Anelli: Il ritorno del Re del 2003 con 11 Oscar su 11 nominations. E' toccato a Walt Disney invece, portare a casa il record della persona che ha ricevuto più nomination in assoluto: sono ben 60, di queste 22 quelle vinte, stabilendo il numero più alto di vittorie in tutta la storia degli Oscar. Stanley Kubrick, considerato uno dei più grandi registi della nostra epoca, non ha mai vinto un premio come miglior regista ma solo uno per gli effetti speciali di 2001: Odissea nello spazio. Stesso discorso per Alfred Hitchcock che non ha mai vinto come regista l'unico Oscar preso è stato per il film Rebecca la prima moglie.

Abbiamo dovuto aspettare il 2010 invece per vedere una regista donna vincere un Oscar, Kathryn Bigelow per The Hurt Locker, la quarta a ricevere una candidatura in questa categoria dopo l'italiana Lina Wertmuller per Pasqualino Settebellezze nel 1976, la neozelandese Jane Campion per Lezioni di piano nel 1993 e l'americana Sofia Coppola per Lost in Translation nel 2003. Il regista italiano che ha ricevuto il maggior numero di statuette è Federico Fellini con 5 Oscar in tutto, 4 per il miglior film straniero e uno alla carriera nel 1993.

L'attrice che ha vinto più Oscar è Katharine Hepburn, 4 Oscar su 12 nomination: Migliore attrice protagonista per La gloria del mattino del 1933, Indovina chi viene a cena? del 1967, Il leone d'inverno del 1968 e Sul lago dorato del 1981. Katharine non ha mai ritirato le sue 4 statuette. L'attore che ha vinto più Oscar è Jack Nicholson: 3 statuette su 12 nomination come miglior attore nei film Qualcuno volò sul nido del cuculo del 1975, Qualcosa è cambiato del 1997 e come miglior attore non protagonista nel film Voglia di tenerezza del 1983. L'attrice che ha avuto più nominations è Meryl Streep con 16 e si è portata via 2 Oscar: Migliore attrice non protagonista per Kramer contro Kramer del 1979 e come Migliore attrice protagonista per La scelta di Sophie del 1982. Marlon Brando e Robert De Niro sono gli unici attori a vincere un Oscar per lo stesso personaggio: Don Vito Corleone. Brando per Il padrino, De Niro in Il padrino - Parte II. Sandra Bullock è la prima attrice che ha vinto il Premio Oscar (miglior attrice) e il Razzie Award (peggior attrice) nello stesso anno ma per due film diversi: rispettivamente per The blind side e A proposito di Steve.

In sole due occasioni nella storia degli Oscar un attore ha rifiutato la statuetta: è capitato nel 1971 con George C. Scott, che dichiarò di non sentirsi all'altezza degli altri candidati, e nel 1973 con Marlon Brando. Quest'ultimo, premiato per la sua interpretazione ne Il Padrino, fece salire sul palco in sua vece un'attrice che impersonava una nativa indiana e che tenne un discorso di protesta contro l'ambiente hollywoodiano, accusato di razzismo nei confronti degli indiani d'America.

Infine un'ultima curiosità: i "grazie" più famosi rimasti nella storia degli Oscar sono quelli di Alfred Hitchcok e di Roberto Benigni. Il mago del brivido, ricevendo nel 1967 il premio alla carriera, soffiò nel microfono un semplice "thank you". Il comico italiano, al contrario per l'Oscar de La Vita è bella del 1998 è ricordato, oltre che per la sua passeggiata sulle sedie, anche per un ringraziamentodi alcuni minuti nel suo inglese maccheronico e irresistibile.

Aspettando gli Oscar: tutti i video

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky