27 maggio 2011

Naike Rivelli: scene lesbo e bunga bunga

print-icon
vis

Alcuni frame tratti dal video "Unspoken", tratto dall'album "Metamorphose me" di Naike Rivelli

L'attrice e figlia di Ornella Muti si spoglia per il nuovo video "Unspoken", tratto dall'album "Metamorphose me". "Per raccontare il suo modo di amare "diverso" e anche gli ultimi scandali che hanno attrversato la politica italiana. FOTO E VIDEO

E' sulla bocca di tutti e anche il suo ultimo video è il più cliccato su Youtube: stiamo parlando della bella e sensuale Naike Rivelli, figlia dell'attrice Ornella Muti, al debutto sulla scena musicale con un brano musicale che, siamo sicuri, farà molto scalpore. Il brano in questione si chiama "Unspoken" (una rivisitazione in inglese dell'inimitabile "Pensiero Stupendo" di Patti Pravo) tratto dall'album Metamorphose" e guardandolo si capisce subito che non si tratta soltanto di un pezzo che contiene scene hot ma che racchiude in se anche elementi presi a prestito dalla più stretta attualità. Infatti, oltre alle sequenze con effusioni di modelle statuarie, scene lesbo esplicite, la clip sembra un riferimento più o meno esplicito agli ultimi scandali che hanno coinvolto il Presidente del Consiglio ribattezzati "bunga, bunga". Valga per tutti il nome che appare alla fine del video: quello di una certa Veronica che tutto osserva da una camera di sicurezza.

Guarda il video:



Il video in questione arriva a stretto giro di posta da un piccante intervista alla stessa Naike Rivelli rilasciata a Vanity Fair in cui l'attrice italiana ha rivelato di amare sia gli uomini che le donne. "La prima vera storia l'ho avuta a 27 anni con un'attrice italiana -spiega senza giri di parole- Ero con lei in una scena saffica. È stata la mia amante per tre anni, in mezzo alle relazioni con due uomini. Ma non era la prima volta". La scoperta dell'attrazione per le donne è arrivata dopo il matrimonio con l'attore tedesco Manou Lebowski e la nascita di un figlio. All'epoca la showgirl aveva 25 anni. "Ci siamo conosciuti sul set e sposati -racconta- Otto mesi e sono scappata, senza farmi più vedere, senza spiegazioni. Era un momento troppo difficile per me".

Per la figlia di Ornella Muti, le difficoltà post partum erano dovute alla trasformazione del suo corpo: il suo seno, già prosperoso, diventò ingestibile: "Dopo il parto ero arrivata alla settima e decisi di ridurlo. Dopo l'intervento al seno è spuntato un nodulo. Altre due operazioni in Brasile. Terrore puroma anche una nuova presa di coscienza. Il chirurgo mi disse: "Se vuole cambiare fuori, deve cambiare dentro". Mi ha avvicinato a buddismo e meditazione".

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky