30 giugno 2011

Jonathan Rhys Meyers, l'attore irlandese tenta il suicidio

print-icon
02_

Jonathan Rhys Meyers (foto: Kika Press)

Il promettente attore di trentatre anni, protagonista di film come Match Point e della serie tv I Tudor, avrebbe tentato di togliersi la vita con dei medicinali. Di recente aveva passato vari guai a causa dell'alcol

GUARDA LA FOTOGALLERY DI JONATHAN RHYS MEYERS

Jonathan Rhys Meyers, trentatre anni, uno dei più promettenti attori irlandesi in circolazione, avrebbe tentato di togliersi la vita ingerendo una quantità ingente di medicinali. Trovato riverso sul pavimento della sua sua abitazione in seguito a una chiamata d’aiuto, il giovane protagonista di Match Point e della serie tv I Tudor avrebbe rifiutato i soccorsi, ma è stato poi ricoverato in ospedale, per essere poi dimesso.

Al momento, i particolari sulla vicenda sono ancora poco chiari, così come le possibili motivazioni di un simile gesto. Ma ormai da tempo Rhys Meyers soffre di depressione e sta affrontando seri problemi causati dall’alcol, tanto da essere stato l'anno scorso bandito dai voli della United Airlines a causa del suo comportamento molesto dovuto a ubriachezza.

Jonathan Rhys Meyers non sarebbe certo il primo divo a cercare di suicidarsi (di recente ci aveva provato il simpatico Owen Wilson), né tantomeno a mostrare una propensione un po’ troppo marcata nei confronti degli alcolici (in questi giorni ci è passata Amy Winehouse, ma del resto Lindsay Lohan insegna). L’augurio, ovviamente, è che un simile talento non vada bruciato per problemi di dipendenza.

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky