14 gennaio 2013

Golden Globe, Jodie Foster e un delicato coming out

print-icon
com

Jodie Foster in famiglia

L'attrice due volte premio Oscar ritira il riconoscimento alla carriera e poi parla, in maniera lieve, della sua vita privata e sottolinea che bisogna essere sotto i riflettori fion da piccoli per comprendere realmente il valore della privacy

Il premio alla carriera e un velato coming out. Jodie Foster ha ammutolito la platea dei Golden Globe quando, impugnato il premio alla carriera Cecil B. DeMille, ha preso la parola col tono di chi ha qualcosa di importante da dire. La cinquantenne premio Oscar per Il silenzio degli innocenti e Sotto accusa, è sempre stata molto gelosa della sua vita privata e poche volte ha lasciato trapelare qualcosa sui suoi gusti sessuali.

In virtù di questa storica riservatezza, il discorso è partito sottotono per poi tramutarsi in un crescendo rossiano. Con la gioia che le si leggeva in volto ha comunicato di essere single: "Non voglio deludere nessuno, Non è questa la sede per discutere di coming out in maniera eccentrica. E poi io lo ho già fatto almeno un migliaio di anni fa".

Sempre con un tono di voce delicato ha aggiunto che è un illuso che si aspetta che le star dichiarino la loro omosessualità in conferenze stampa. E ha aggiunto che chi vorrebbe spiarla dal buco della serratura resterebbe deluso "perché un reality sulla mia vita sarebbe davvero noioso. Se, come è accaduto a me, fin da piccoli foste stati personaggi pubblici capireste meglio perché la privacy è un valore assoluto".

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky