Caricamento in corso...
24 novembre 2013

Twitter? No, grazie. Parola di star

print-icon
cel

Alcune delle personalità dello star system che non intendono approdare su Twitter - Getty Images

Sempre più celebrità decidono di stare alla larga dal sito di microblogging. Da George Clooney che si appella alla privacy a Brad Pitt, poco avvezzo alla tecnologia. Fino a Johnny Depp, Ridley Cooper e molti altri

di Floriana Ferrando

A colpi di follower: ecco come si sfidano le star nell’era dei social network. Eppure, mentre Katy Perry spodesta click dopo click il re di Twitter, Justin Bieber, c’è chi di cinguettare online proprio non ne vuole sapere. Fra chi chiama in causa l’ormai sconosciuta privacy, chi teme di mandare l’intera carriera in fumo per un click di troppo e chi, forse dandosi qualche aria, si dice troppo impegnato per leggere certe cose, le motivazioni sono fra le più varie.

Salviamo la privacy – Già ci pensano i paparazzi a piazzare la loro vita sulle pagine dei rotocalchi, dunque perché esporsi volontariamente al pubblico ludibrio? Insomma, salviamo il salvabile. Così Sandra Bullock senza tanti giri di parole dice la sua: “Non voglio che nessuno sappia dove sono”. Mentre il belloccio senza tempo George Clooney sembra voler tutelare la carriera, più che la vita privata: “Mettiamo che una sera torni a casa dopo qualche drink di troppo e stai guardando la TV, qualcuno ti fa arrabbiare e finisci a discutere e fare a pugni. Poi vai a dormire e ti svegli la mattina dopo che la tua carriera è finita”. Tuttavia c’è chi sugli scandali ci ha costruito un’intera fama…

C’è chi dice no – Più che una questione di privacy, certi ne fanno una filosofia artistica. L’attore Bradley Cooper pensa che mettersi troppo a nudo davanti al pubblico non giovi alla professione: “Forse sono troppo vecchio stile, ma se so molto di te e tu stai interpretando il personaggio di un film, dovrai fare un sacco di lavoro per farmi dimenticare chi sei, così che io possa credere nella tua nuova personalità e godermi il film”. Insomma, un po’ di mistero ci vuole! Come spiega Chris Hemsworth, il bello di ‘Thor’: “Il mistero è quello che mantiene le persone interessate a vederti sullo schermo. Inoltre è più facile per loro credere nel personaggio se non sanno molto di te”. E attenzione a non farsi ingannare dai falsi account che dispensano pillole di saggezza a loro nome.



Questione di salute – Avete pensato alle conseguenze che i social network possono avere sulla vostra vita? Ecco che spunta c’è chi per salvaguardare la salute parte proprio da Twitter. Standogli a debita distanza. L’attore Bruce Willis chiama in causa la personalità e arriva persino a parlare di follia. D’altronde non è una novità che le nuove tendenze causino dipendenza… Invece Shailene Woodley, la star della serie tv di successo ‘La vita segreta di una teenager americana’, non vuole fare un bagno di… radiazioni: “Non ho un account Twitter e non ho intenzione di averlo mai. Perché quando ho del tempo libero voglio stare il più lontano possibile dalle radiazioni. E Twitter, purtroppo o per fortuna, dipende dalle radiazioni dei campi elettromagnetici che vengono dal vostro portatile e dal vostro telefono”. C’è da scommettere che l’attrice abbia trovato un rimedio visto che a solo un anno da questa dichiarazione eccola comparire sul sito di microblogging. Tuttavia, anche online, la star mantiene la sua vena ecologia:


Vorrei ma non posso – Infine c’è chi magari vorrebbe pure approdare sui social network ma non si applica. In casa Brangelina le tecnologie pare siano bandite. Brad Pitt e consorte dichiarano di non sapere neppure accendere un computer, figurarsi entrare nell’intricata giungla delle relazioni virtuali. Non è da meno Jennifer Aniston, che la prende con ironia: “Sono davvero un’analfabeta informatica”. Chiude la schiera anti-geek l’attore Johnny Depp con la sua avversione per gli smartphone. Come biasimarlo, ai tempi dei pirati mica si usavano i cellulari…

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky