13 marzo 2014

MyDayWithLeo, un giorno di ordinaria Di Caprio-mania

print-icon
myd

My day with Leo, lo screenshot.

Dopo l’Oscar mancato , in rete impazzano i mashup e i memi che prendono di mira la star  di “The Wolf of Wall Street ”. E sta diventando popolare un account Instagram che porta in giro per New York il Leo degli anni ’90 quando era un idolo delle teenager.

Alla fine, forse, gli darà più visibilità il mancato Oscar che non un’eventuale vittoria. Almeno nel mondo degli hashtag e dei meni virali online, che si è subito sbizzarrito a prendere di mira Di Caprio con mashup sarcastici con Leo che chiede “Come faccio a vincere un Oscar?” e la risposta che arriva implacabile “Fai un figlio e chiamalo Oscar”. O ancora il suo volto sconsolato ripreso da tutte le angolazioni.
Ma è su Instagram che il social-revival di Leo Di Caprio sta dando il suo meglio. Con un account “MyDayWithLeo” in cui un artista (che non vuole rivelare la sua identità) racconta la sua giornata con Di Caprio a New York. Ecco quindi il volto di Leo comparire in tutti gli angoli della Grande Mela.

Al Jacqueline Kennedy Onassis Reservoir, nel centralissimo Central Park



O di fronte al celebre Grattacielo Flatiron



L’artista utilizza solo ritratti degli anni ’90 di Leonardo Di Caprio. Quando era l’idolo delle ragazzine di mezzo mondo. E questo proprio perché il progetto “MyDayWithLeo” vuole essere una parodia della Leo-mania degli anni ’90.

A Union Square



Tra uno scatto e l’altro, MyDayWithLeo si imbatte anche in una troupe che sta girando un film.



L’artista porta Di Caprio dappertutto. Ecco qui nella doccia



O sul divano



A Washington Square Park Leo piange sconsolato



Mentre alla New York Public Library sembra voler inscenare un delitto



Non mancano poi gli scatti con Di Caprio alla Black Gold Records, in un negozio di lingerie, a Brooklyn Heights, in cima a un albero di Battery Park, a Bryant Park e l’immancabile foto souvenir sul ponte di Brooklyn.



Come ha scritto la webzine Mashable, “Di Caprio non avrà vinto un Oscar, ma questo account merita davvero un premio”. Tanto più che il progetto è stato lanciato in tempi (ancora) non sospetti: lo scorso gennaio 2014, ben prima che Leo diventasse il bersaglio dei memi virali per il mancato Oscar.

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky