02 aprile 2015

Taylor Swift acquista il dominio .porn

print-icon
tay

Taylor Swift - Getty Images

Dal prossimo giugno saranno disponibili sul web, per chiunque voglia acquistarli, i domini .porn e .adult. Così la pop star è corsa ai ripari aggiudicandosi per 2.500 dollari ciascuno due estensioni hot legate al suo nome

Taylor Swift dichiara guerra ai troll online. E per farlo ha acquistato un paio di domini a luci rosse contenenti il suo nome, per proteggere la sua privacy ed evitare di cadere (nuovamente) vittima di attacchi di hacker intenzionati a sfruttare la sua immagine, come già successo a diverse star poco tempo fa.

.porn e .adult – Una trovata pubblicitaria? Forse. Ma soprattutto la volontà di battere sul tempo tutti quei troll che, c’è da scommetterci, avrebbero presto fatto circolare in rete una pagina web sfruttando il nome e l’immagine della star, ma che con lei niente avrebbe a che fare. A partire dal prossimo giugno, infatti, l'ICANN (Internet Corporation for Assigned Names and Numbers ), l’organizzazione che gestisce l’assegnazione dei Top-Level Domain per il web, metterà in vendita circa 1300 nuovi domini fra i quali le estensioni .porn, .adult e .sucks (che si vanno ad aggiungere al già diffuso .xxx), per evitare che si esauriscano i più tradizionali .com e .org (a dire il vero già da qualche anno l’ICANN ha deciso di ampliare il numero di domini, passando da 22 a quasi 550). Tuttavia, considerando la delicatezza dell’argomento, la società ha pensato di dare una sorta di diritto di prelazione a personaggi dello star system e a brand internazionali. Così Taylor Swift, reduce lo scorso settembre da un cyber-ricatto hot insieme ad altre celebrità, questa volta ha giocato d’anticipo aggiudicandosi le estensioni a luci rosse TaylorSwift.adult e TaylorSwift.porn. Questa mossa a difesa della privacy le è costata la bellezza di 5000 dollari. Una cifra tutt’altro che da capogiro per una che solo poche settimane fa ha dichiarato di avere assicurato le sue gambe per 40 milioni di dollari… Se servirà davvero non è dato (ancora) saperlo, ma Steve Miholovich, professionista nel campo dei domini internet, è scettico: "Le persone che hanno cattive intenzioni riescono sempre a fare quel che vogliono. E non c'è nulla che possa impedirglielo".

Microsoft e Harvard – Taylor Swift non è l’unica che ha pensato di prevenire situazioni spiacevoli legate a questi nuovi domini scottanti. Come lei, anche altri celebri nomi hanno pensato di salvaguardare preventivamente il loro prestigio, così Microsoft si è accaparrato Office.porn e Office.adult, come si legge sul sito della CNN. Allo stesso modo, un’università prestigiosa come quella di Harvard potrebbe forse rischiare che il suo nome venga associato a contenuti a luci rosse? E così via con la corsa per accaparrarsi la combinazione harvard.porn: “Come molti altri proprietari di marchi importanti, Harvard ha deciso di acquistare alcuni dei domini messi a disposizione di recente in modo che non possano essere oggetto di abusi”, ha dichiarato il portavoce dell’università americana Jeff Neal in un comunicato.


IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky