04 ottobre 2016

Kim Kardashian: “Ho avuto paura di essere violentata e uccisa

print-icon
Kim

Kim Kardashian (foto da Instagram)

Kim Kardashian ha iniziato a raccontare i momenti peggiori del suo sequestro in cui ha temuto di essere violentata e uccisa

Brutta avventura a Parigi per Kim Kardashian che, dopo essere stata sequestrata da cinque uomini armati, ha rilasciato la sua prima testimonianza, raccontando cosa è accaduto in quei terribili minuti. La star americana dei reality alloggiava nella suitedell’hôtelparticulier de Pourtalès dell’VIII arrondissement, un appartamento privato e segretissimo in cui molti vip hanno alloggiato prima di lei.

Tornata a New York in compagnia del marito Kanye West, Kim Kardashian ha iniziato a raccontare quanto successo quella notte nella sua suite. La star di “Al Passo con I Kardashian” sarebbe stata imbavagliata con una pistola puntata alla tempia e sarebbe stata poi rinchiusa in bagno. “Non uccidetemi, ho dei bambini a casa” avrebbe detto la bella Kim trovandosi davanti il commando di uomini armati sino ai denti. A quanto pare i rapinatori parlavano solamente francese, ma si sarebbero fatti capire puntando minacciosi le loro armi.

Secondo il sito di gossip TMZ, Kim Kardashian avrebbe temuto di essere violentata dai malviventi e, peggio ancora, uccisa. “Erano delle persone mascherate e inizialmente avevo pensato volessero violentarmi, mi avevano immobilizzata utilizzando anche del nastro per non farmi muovere, io continuavo a dire che potevano prendere tutto e che avrei potuto dargli i soldi che volevano” ha spiegato la star, ricordando il terrore di quegli attimi che sono durati un’eternità.

L’assalto, come ha ricostruito la Kardashian davanti alla polizia, è avvenuto intorno alle 3 di notte. Kimera sola nella sua stanza mentre la madre e le sorelle erano all’Hotel Georges V accompagnate dalla guardia del corpo della donna. Il commando di cinque uomini, armato sino ai denti, ha prima minacciato il portiere, facendosi aprire la suite della celeb, poi ha fatto irruzione nella stanza. Mentre tre sono rimasti all’esterno a fare da palo, due rapinatori hanno immobilizzato KimKardashian, puntandole una pistola alla tempia.

La star è stata poi trascinata in bagno, fatta inginocchiare, legata e imbavagliata. Mentre la bella Kim gridava e piangeva i malviventi le hanno sfilato dal dito l’anello di nozze del valore di 4 milioni di euro, poi hanno “ripulito” la stanza prendendo tutti i gioielli che trovavano e due cellulare. Infine il gruppo è fuggito lasciando la Kardashian chiusa in bagno e il portiere ammanettato e tramortito. L’uomo si è ripreso solo alle prime luci dell’alba quando è riuscito a dare l’allarme e a far liberare la celebrity.

Un’avventura davvero brutta che Kim non riesce ancora a dimenticare. Secondo fonti vicine sarebbe illesa, ma decisamente scossa e provata, con negli occhi e nella mente ancora le parole minacciose e i gesti rabbiosi dei suoi sequestratori. Nel frattempo la star e il marito Kanye West, che per correre da lei aveva lasciato all’improvviso un concerto prendendo un jet per la Francia, fanno il conto dei danni. Non solo un bottino in gioielli da 9 milioni di dollari (anche se inizialmente si era parlato di 16 milioni), ma anche due cellulari in cui si troverebbero moltissime foto private della coppia  e scatti hot della Kardashian che potrebbero finire online. La polizia è già a caccia dei responsabili, staremo a vedere cosa succederà.

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky