20 febbraio 2017

Kim Kardashian: spuntano le foto della rapina a Parigi

print-icon
kim

Camera da letto in disordine e nastro isolante lacerato sono due delle immagini destinate a diventare il simbolo della rapina ai danni di Kim Kardashian. Diffuse solo ora, mostrano anche i rapinatori che quella notte hanno segnato la vita della star.

Lo scorso anno il mondo dello spettacolo è stato scosso da una notizia terribile: Kim Kardashian vittima di una rapina a Parigi. Legata e imbavagliata, la star ha vissuto momenti di terrore, impossibili da dimenticare.

Le immagini esclusive della rapina a Kim Kardashian

Sono state diffuse le immagini esclusive della rapina fatta a Kim Kardashian a Parigi il 3 ottobre dello scorso anno. Le foto scattate sulla scena del crimine mostrano un letto sfatto e il nastro lacerato usato per bendare e imbavagliare la 36enne star americana, alla quale sono stati portati via beni per un totale di nove milioni di dollari. Altri scatti raffigurano i rapinatori seduti al Mon Cafè, un bar poco distante dall’Hotel luogo della rapina, probabilmente per controllare l’eventuale presenza di forze dell’ordine.

Inizialmente la polizia aveva detto che le telecamere di sorveglianza non avevano ripreso nessun sospettato della rapina ai danni di Kim Kardashian: un trucco questo, usato dagli inquirenti per depistare i criminali, che così si sono sentiti più al sicuro. Le immagini in possesso delle forze dell’ordine mostrano chiaramente alcuni membri della gang allontanarsi in bici dall’Hotel, mentre altri cercano disperatamente un anello della star caduto tra i motorini durante la fuga. Il gioiello, del valore di 30mila dollari, è stato trovato solo la mattina dopo da un ufficiale di polizia. Nessun oggetto rubato a Kim Kardashian è stato per ora recuperato: tra i preziosi portati via, anche l’anello di fidanzamento regalato alla donna da Kanye West, del valore di 3,5 milioni di dollari. Secondo quanto detto da alcuni dei ladri arrestati, questo non sarebbe stato venduto perché troppo riconoscibile (Kim aveva pubblicato una foto su Instagram raffigurante l’anello proprio qualche giorno prima).

Kim Kardashian: i dettagli della rapina di Parigi

Tutti ricordano la terribile rapina della quale Kim Kardashian è stata vittima il 3 ottobre scorso, a Parigi. La regina dei reality si trovava nella capitale francese per partecipare alla settimana della moda, quando è stata aggredita nella sua esclusiva stanza d’albergo situata all’Hotel Particulier de Pourtalès, nel VIII arrondissement di Parigi. La particolarità di questa struttura è che la sua ubicazione non è pubblica, in quanto atta a ospitare le star internazionali che non vogliono far sapere ai curiosi e ai giornalisti dove alloggiano. Nonostante tutto la gang di rapinatori è riuscita a immobilizzare il portiere dello stabile e, approfittando di un momento di assenza del bodyguard di Kim Kardashian (che aveva accompagnato Kylie Jenner in discoteca), ha messo a segno il colpo. La moglie di Kanye West è stata imbavagliata, bendata, e chiusa in bagno durante tutta la durata della rapina: Kim ha detto in seguito di essere rimasta traumatizzata da quell’evento, convinta che i rapinatori l’avrebbero violentata e uccisa sparandole alla schiena.

Arrestati gli autori della rapina a Kim Kardashian

In seguito alla rapina effettuata ai danni di Kim Kardashian otto persone (sette uomini e una donna) si trovano adesso reclusi in un carcere di massima sicurezza. Le forze dell’ordine sono riuscite a risalire alla loro identità grazie a delle tracce di Dna lasciate sul nastro usato per imbavagliare Kim. Gli indizi hanno portato all’arresto di Aomar Ait Khedache, un uomo di 60 anni con dei precedenti penali per rapina, e di suo figlio Harminy Ait Khedache, accusato invece di essere l’autista della gang. Gli uomini sono stati incastrati anche dalle immagini delle telecamere, che li hanno ripresi poco distanti dal luogo della rapina insieme ad altre persone.

Dopo questo orribile esperienza, Kim Kardashian non è più tornata a Parigi.

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky