06 aprile 2017

Shia LaBeouf: il nuovo film è un flop, venduto un solo biglietto in GB

print-icon
Shia LaBeouf nel nuovo film

È andato proprio giù stavolta Shia LaBeouf con il suo nuovo film Man Down: la pellicola ha incredibilmente venduto un solo biglietto in Gran Bretagna, guadagnando sette sterline. E non è che negli Stati Uniti sia andato meglio.

Ce ne vuole per riuscire a fare un flop del genere, ma Shia LaBeouf è riuscito nell’impresa: il suo ultimo film ha venduto un solo biglietto in Gran Bretagna.

Flop per Shia LaBeouf, Man Down vale solo 7 sterline

Si è reso protagonista di un flop degno da Guinnes dei Primati: l’attore Shia LaBeouf, balzato recentemente agli onori delle cronache per il suo arresto in diretta durante una protesta contro Donald Trump, ha guadagnato solo sette sterline in Gran Bretagna con il suo ultimo film, Man Down. La pellicola è stata trasmessa in un solo cinema in tutto il paese (nella cittadina di Burnley, nemmeno a Londra) e ha venduto un solo biglietto al costo di sette sterline. Una notizia questa che sta facendo il giro del mondo: molti film nel corso della storia sono stati un vero e proprio flop a livello di incassi, ma questi livelli difficilmente sono stati raggiunti mai da nessuno. Per spezzare una lancia nei confronti del bistrattato Man Down e di Shia LaBeouf bisogna però dire che il film è stato lanciato in contemporanea anche in streaming, e le persone avrebbero quindi potuto vederselo tranquillamente da casa invece che andare al cinema. Negli Stati Uniti invece, Man Down ha incassato 450mila dollari: una cifra comunque irrisoria rispetto ai guadagni cui l’attore è abituato e che mostra che forse i film sui soldati reduci dall’Afghanistan (di questo parla la pellicola) forse non vanno troppo più di moda negli Usa (tantomeno in Gran Bretagna…). Shia LaBeouf non ha ancora commentato il fallimento di Man Down e per adesso sembra non essere intenzionato a farlo. L’attore però non è solo: anche Colony, film con protagonista la grande Emma Watson, nel 2015 ha incassato 47 sterline al cinema. Il motivo in questo caso è lo stesso di Man Down, dato che in contemporanea era stata rilasciata anche la versione online. Su con il morale quindi Shia, un bel tonfo capita a tutti!

Dalle stelle alle stalle

Diventato famoso sin da giovanissimo per la sue straordinarie capacità attoriali, Shia LaBeouf ha imboccato la strada per il successo recitando nel film di Stephen Spielberg (che inizierà con lui un sodalizio professionale) Disturbia, che gli aprirà definitivamente le porte di Hollywood. Protagonista della saga di Transformers, ha recitato anche nel film rivelazione che ha fatto parlare di sé per mesi, Nymphomaniac del regista Lars Von Triers. Man Down è stato il primo e vero flop dell’attore, che ha sempre avuto una carriera cinematografica di tutto rispetto, lavorando con i più grandi registi e produttori. Dal carattere irascibile e irruento, Shia LaBeouf è stato arrestato numerose volte dalla polizia per rissa o per disturbo alla quiete pubblica: l’ultima volta che è stato portato in centrale è stato durante una protesta contro Donald Trump, per una rissa scoppiata con alcune persone che gli avevano detto che “Hitler non aveva fatto niente di male”.

Un’infanzia problematica

Shia LaBeouf non ha vissuto un’infanzia propriamente felice: figlio di un ex veterano con problemi di alcol e droga, ha detto che in passato è stato più volte oggetto di vessazioni psicologiche da parte del genitore, ma che ha superato il trauma e che certe cose hanno contribuito a renderlo più forte.

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky