Caricamento in corso...
21 giugno 2017

Stefano Gabbana: "Non lavorerò mai più per Miley Cyrus"

print-icon
Stefano Gabbana: "Non lavorerò mai più per Miley Cyrus"

Dopo il feroce scambio di vedute tra Miley Cyrus e il brand italiano di moda Dolce & Gabbana, pare che i due contendenti siano arrivati ai ferri corti. Poche ore fa, Stefano Gabbana ha dichiarato che non lavorerà mai più per i Cyrus.

Miley Cyrus ha espresso la sua dura sentenza nei confronti di Dolce & Gabbana nel corso di un infuocatissimo post su Instagram, piattaforma che la popstar usa di frequente per veicolare i suoi messaggi sociali. Sembra che questa volta, però, la sua protesta abbia avuto delle conseguenze anche gravi.

La politica colpisce ancora

Miley Cyrus non ci sta, e quando la popstar non ci sta non può mancare di farcelo sapere su Instagram. Questa volta sono state le idee politiche di Dolce & Gabbana a mandare in tilt la fidanzata di Liam Hemsworth, che non le ha certo mandate a dire. Le sue parole sono state così dure e implacabili che il brand di couture italiana Dolce & Gabbana ha immediatamente replicato con un messaggio su Instagram e una serie di dichiarazioni non ufficiali poi cancellate. Ad ogni azione corrisponde una reazione, e così è stato anche per Miley, che ha scatenato la risposta infuriata di uno dei co-fondatori del brand, Stefano Gabbana. Il suo veto è stato molto chiaro: D&G non lavorerà mai più con Braison Cyrus, il fratello aspirante modello di Miley. “For your stupid comment never more work with him,” avrebbe scritto Gabbana nella sezione commenti della cantante, ma il commento non è più visibile anche se qualche previdente spettatore potrebbe averlo registrato con uno screenshot.

Il designer ha anche pubblicato una foto di Braison con addosso i vestiti del brand per cui ha avuto modo di sfilare. Sotto, il commento: “@MileyCyrus noi siamo italiani e della politica non ci interessiamo, di quella Americana ancora meno!!! Noi facciamo abiti e se tu pensi di fare politica con un post sei semplicemente un’ignorante. Non abbiamo bisogno dei tuoi post e dei tuoi commenti”. Parole dure e feroci a cui Miley non ha ancora controbattuto.

Un post condiviso da stefanogabbana (@stefanogabbana) in data:

L’inizio della faccenda

Il piccolo dramma social ha avuto inizio quando, lo scorso weekend, Braison ha sfilato per D&G. La fiera sorellona Miley ha pubblicato la foto su Instagram complimentandosi, orgogliosissima, del talento anche musicale del fratello, lasciandosi però scappare qualche aspra critica sulle visioni politiche di Dolce & Gabbana che, di recente, hanno vestito anche la First Lady Melania Trump - e che vestito! “PS: D&G, sono in profondo disaccordo con le vostre politiche”, avrebbe scritto la cantante di Malibu, facendo proprio riferimento a quell’episodio. La decisione del marchio italiano di vestire Melania ha causato di recente non pochi sollevamenti e proteste. Nel corso delle ultime settimane è addirittura partita una campagna di boicottaggio del brand, a cui i due brillanti geni del marketing hanno risposto con stile del tutto speciale e una linea di t-shirt “Boycott Dolce & Gabbana” che loro stessi hanno orgogliosamente e ironicamente indossato. Se la risposta del brand di moda è stata particolarmente diretta, non possiamo fare a meno di attendere con trepidazione quali saranno le vere conseguenze del commento di Miley per la carriera di Braison, che di certo adesso gode di maggiore visibilità rispetto a qualche giorno fa.

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky