23 giugno 2017

Tom Cruise: la sua relazione selvaggia con Rebecca de Mornay

print-icon
Tom Cruise la sua relazione selvaggia con Rebecca de Mornay

Il passato di Tom Cruise è una fonte inesauribile di aneddoti ed eventi degni di stare sulle pagine di un libro. E, in effetti, così è: moltissimi autori scavano nel passato della mente dietro “La Mummia” e trovano una miniera d’oro di scoop golosissimi.

Lei, lui e quell’altro lui. Il triangolo è una forma geometrica particolarmente pericolosa, soprattutto quando riguarda la sfera sentimentale. Nel passato di Tom Cruise, rivelato dall’ultimo libro di Curtis Armstrong, c’è questo e ben altro.

Tom Cruise, tra bibbia e…

Nel libro “Revenge of the Nerd”, Curtis Armstrong, ex attore, racconta delle vicende del diciannovenne Tom, che sarebbe diventato “Cruise” da lì a qualche anno. A quei tempi, al bell’attore piaceva dare l’immagine immacolata di un bravo ragazzo con il ciuffo e lo sguardo da angelo, che di giorno calcava i set con passione e serietà e di sera leggeva avidamente la bibbia. Eppure, pare che nel corso delle riprese del film “Risky Business – Fuori i vecchi… i figli ballano” del 1983 ci fossero ben altre attività con cui Cruise integrava le sue abitudini morigerate.

In quel film Curtis Armstrong interpretava Miles, e nel libro ricorda come una notte, tornando in albergo dopo un’uscita di piacere, avesse trovato quattro splendide ragazze in fila fuori dalla stanza del bel Tom Cruise. Il suo primo pensiero è stato: “Tom si arrabbierà moltissimo quando queste ragazze super-sexy interferiranno con il suo studio della bibbia”. E non finisce qui: “Con la massima serietà di un ragazzo di 28 anni che vuole rendersi utile, ho chiesto alle signorine se c’era qualcosa che potessi fare per loro”. Curtis racconta, nel suo libro, che le ragazze si sono voltate per guardarlo, un po’ confuse, e proprio in quell’istante la porta di Tom Cruise si è aperta facendo uscire una quinta ragazza, che aggiustandosi i capelli si è allontanata velocemente. Ecco che la prima in fila si intrufola, lesta, e richiude la porta dietro di sé. Quella fatidica giornata cancella, per Curtis Armstrong, ogni dubbio sulla sessualità di Tom Cruise che ai tempi aveva assalito i rotocalchi di tutto il mondo.

La liaison con Rebecca de Mornay

Curtis Armstrong racconta anche che, quando Cruise non era troppo occupato a leggere la bibbia con le signore che facevano la fila fuori dalla sua porta, intratteneva una fitta e passionale relazione con l’attrice protagonista del film: Rebecca de Mornay (Lana). A quei tempi, la splendida attrice è fidanzata con Harry Dean Stanton, di 33 anni più vecchio, ma questo per lei non è mai stato un problema. A differenza di Tom: per lui, Stanton lo era eccome. I due avrebbero continuato a vedersi anche dopo la fine del film. Nel 1985, sono stati pizzicati insieme al provino per il film “The Breakfast Club”.

Nonostante la sua vita sentimentale accesa, Tom Cruise si è sempre definito un fervente cristiano praticante – almeno fino alla conversione alla Chiesa di Scientology. “Quando gli chiedevamo, dopo le riprese, di venire con noi al bar a farsi un bicchiere lui declinava sempre. Diceva di volersi svegliare presto, e che avrebbe preferito leggere qualche verso prima di andare a dormire”. Sin dai suoi esordi, secondo Curtis il viso pulito e l’espressione pacata di Cruise riuscivano a fare breccia nei cuori di tutti. “Aveva un aspetto così innocente, e lasciava una buona impressione su chiunque. Però… Bastava conoscerlo un pochino per capire che, nonostante fosse ancora all’inizio della sua carriera, la sua ambizione era smisurata. Ci si mette contro Tom Cruise a proprio rischio e pericolo”.

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky