06 luglio 2017

Lezioni di stile con Zendaya di Spider-Man, la ragazza moderna da imitare

print-icon
Lezioni di stile con Zendaya di Spider-Man, la ragazza moderna da imitare

Spider-Man Homecoming” sta arrivando in tutti i cinema e c’è una buona notizia: il film è spassoso, perfetto per un pubblico di teenager che ama l’azione e il divertimento e poi, se proprio vogliamo essere precisi, c’è Zendaya, che ci ha fatto perdere la testa con la sua bellezza acqua e sapone e il suo personaggio, Michelle, che è un lampante esempio di donna moderna.

Tom Holland non è l’unica nota positiva del film, tutt’altro: “Spiderman Homecoming” si propone di rivisitare, rinfrescare e rinnovare l’immagine dell’Uomo Ragno e soprattutto della splendida protagonista femminile, Michelle. In lei e nel suo personaggio c’è qualcosa di speciale, un modello da seguire in quest’epoca di social e scatti ritoccati. Tenteremo di spiegarvi perché Michelle e Liz sono le donne da imitare nell’estate del 2017 (e non solo), mantenendo un approccio libero il più possibile da spoiler di sorta. Per tutto il resto c’è Wonder Woman.

La perfetta imperfezione di Michelle (Zendaya) in Spiderman Homecoming

Spiderman Homecoming” è un film che potrebbe insegnare qualcosa alle nostre ragazze di casa. Ebbene sì: per (quasi) la prima volta nel mondo del cinema di eroi e supereroi, le donne ritratte dai registi non rientrano nella categoria di stereotipi e cliché “Damsel in Distress” (Damigella in difficoltà), ma anzi: interpretano magistralmente un ruolo attivo e spassoso all’interno della vicenda. Michelle (Zendaya) non viene rapita, non grida, non scappa e non è sempre impaurita: insomma, il ruolo della donna in “Spiderman Homecoming” non è quello di divenire – presto o tardi – il punto più debole dell’eroe protagonista.

Liz e Michelle: le donne ci cui abbiamo bisogno

Sia Michelle che Liz, interpretata dall’incantevole Laura Harrier, frequentano una scuola di scienze e tecnologie molto prestigiosa e importante, la stessa scuola che frequenta anche Peter Parker (Tom Holland), il nostro bellissimo Spiderman. Quando Michelle non è sullo schermo, è Liz a farla da protagonista: Liz è carina, piena di ammiratori e di piccole storie d’amore, ma il suo ruolo non si ferma a quello di oggetto del desiderio: Liz è intelligente, ambiziosa e non cerca a tutti costi la popolarità come cheerleader o regina del ballo di fine anno. La sua figura si trova in un simpatico intermezzo fra la ragazza perfetta (senza interessi al di fuori della scuola, studiosa, ligia al dovere), e la festaiola sguaiata che risponde male al papà, svicola fuori dalla finestra e organizza party da urlo. Insomma: Liz è una ragazza piena di risorse, che non deve attenersi a tutti i costi a quello che ci si aspetta da una donna in un film del genere.

Dall’altra parte c’è Michelle, piena di segreti e di dark humor, che è anche più interessante della sua compagna. Zendaya l’ha magistralmente interpretata in tutte le sue sfaccettature: la ragazza è un’acerrima rivale del make-up e non mostra alcun interesse verso il suo aspetto fisico. La vediamo sempre circondata dai suoi libri, pronta a disegnare i suoi compagni in crisi (sì, letteralmente) e ad attivarsi tra proteste e dispute sociali. Nel corso di una gita scolastica tenta di accodarsi ad un comizio di manifestanti, e si rifiuta di visitare il Washington Monument poiché costruito da schiavi. Ecco quello che piace ai millenials: una ragazza appassionata, piena di interessi e di cose da fare, di cause (e non ragazzi) da sposare e di attività da intraprendere con entusiasmo e fierezza. Zendaya interpreta una ragazza che gioca solo ed esclusivamente secondo le sue regole, e che nessuno è in grado di spaventare. No, nemmeno un super-cattivo. Insomma: largo alle donne piene di personalità, il cinema ha decisamente bisogno di loro!

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky