Caricamento in corso...
17 luglio 2017

Justin Bieber fermato dalla polizia: ecco cos'ha fatto

print-icon
Justin Bieber

Justin Bieber avrà anche messo la testa a posto, ma a volte continua a comportarsi in modo incosciente: come questa volta in cui è stato fermato dalla polizia a Beverly Hills perché, a bordo della sua Mercedes, parlava al telefono mentre guidava. Ahi – ahi, Justin!

Justin Bieber perde il pelo ma non il vizio! Il cantante canadese ne ha combinata un’altra delle sue, anche se stavolta l’epilogo è migliore della scorsa volta.

Ancora polizia per Justin

Di nuovo guai per Justin Bieber: il cantante canadese è stato fermato dalla polizia, che gli ha fatto una multa per averlo sorpreso a guidare mentre parlava al cellulare. Justin era a bordo di una Mercedes G.Wagon nella giornata di sabato, e stava passando nell’esclusivo quartiere di Beverly Hills, quando è incappato in un appartenente alle forze dell’ordine che ha notato il cantante con il telefono al volante. Subito è scattata la paletta e la conseguente multa, che sembra ammontasse a circa 162 dollari: nonostante l’inconveniente, Justin Bieber è apparso calmo e sereno e ha pagato senza scomporsi minimamente. Questo piccolo incidente è capitato solo qualche giorno dopo il post che ha pubblicato su Instagram, in cui ha riportato alla luce la foto segnaletica con la quale era stato portato in carcere dopo la guida in stato id ebrezza: “Adoro quest’immagine perché mi ricorda che non sono esattamente dove vorrei essere ma grazie a Dio non sono dove ero prima. Il meglio deve ancora arrivare, non credete?”, aveva scritto Justin accanto all’immagine. Justin era stato arrestato il 23 gennaio 2014 per guida in stati di ebrezza, e sembra non fosse stato nemmeno particolarmente collaborativo con la polizia in quel momento. Cosa che ovviamente ne ha causato l’arresto.

Il passato da bad boy di Justin Bieber

Per riparare alla sua condotta, Justin Bieber aveva pagato in quell’occasione 500 euro di multa – nel suo organismo era stata trovata anche della marjuana e dello Xanax – e aveva fatto una donazione caritatevole all’associazione Our Kids. Inoltre aveva dovuto frequentare un programma di gestione della rabbia e un programma di guida per persone che erano state sorprese in stato di ebrezza al volante. Justin però, non si era presentato alla prima udienza del processo – che si era tenuto il 13 agosto sempre del 2014 – e il giudice quindi gli aveva rivolto un messaggio che ha fatto il giro del mondo. “Spero che (Justin Bieber, Ndr) realizzi che le sue azioni non hanno effetto solo su di lui, ma anche sulle persone che lo guardano come un modello a cui ispirarsi”. Intervistato l’anno successivo in merito alla vicenda, Justin Bieber aveva detto che il poliziotto che lo aveva arrestato voleva solo essere famoso per aver arrestato delle celebrità: un’accusa pesante, che però poi Justin Bieber non ha smentito nel corso degli anni (ma nemmeno ripetuto).

New Justin

Quello che abbiamo davanti è un nuovo Justin Bieber che sembra molto più tranquillo e sereno rispetto al passato: merito anche della crescita che ha avuto e del probabile aiuto che ha trovato negli amici nuovi e di sempre, che lo hanno aiutato a gestire la sua popolarità e lo stress che da essa deriva. Il cantante canadese è stato più di una volta troppo sotto pressione per il tipo di vita che si è trovato a condurre a soli 23 anni e più di una volta ha avuto esplosioni di rabbia non indifferenti, che hanno fatto il giro del mondo. Oggi sembra finalmente un’altra persona, più calma e serena. Che sia perché abbia trovato l’amore? In molti credono di sì.

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky