Caricamento in corso...
19 luglio 2017

Madonna furiosa: blocca l’asta con la lettera su Sharon Stone

print-icon
Madonna furiosa

La regina del pop Madonna si è infuriata dopo lo scandalo che l’ha coinvolta, relativo alla lettera scritta nel ‘93 in cui dava della mediocre a Sharon Stone. L’asta a cui doveva essere venduta la lettera, insieme ad altri suoi oggetti personali è stata bloccata: i dettagli.

La regina del pop Madonna ha fatto parlare di sé ultimamente e non per il suo talento nella musica. Nei giorni scorsi infatti è uscita la notizia dello scandalo che ha coinvolto la cantante riguardo a una lettera scritta nel 1993 e indirizzata al fidanzato dell’epoca John Enos. In quell’occasione si era confidata con il compagno, raccontando alcuni suoi pensieri personali relativi al mondo della musica e in particolare a due colleghe: Sharon Stone e Whitney Houston, entrambe considerate “mediocri”. Da allora Madonna aveva perso le tracce della lettera, la quale è rispuntata proprio pochi giorni fa quando Darlene Luz, sua ex amica e consulente d’arte, ha deciso di lanciare un’asta pubblica in cui potersi aggiudicare questo pezzo unico, insieme ad altri oggetti della cantante.

La reazione elegante di Sharon Stone

Dopo la pubblicazione della lettera scritta a John Enos, le riviste di gossip di tutto il mondo hanno raccontato l’accaduto, rilanciando questa vicenda che ha coinvolto Madonna e Sharon Stone. L’attrice, dopo essere venuta a conoscenza dell’offesa che la regina del pop le aveva mosso in passato, ha deciso di rispondere in modo molto elegante ed educato attraverso i social. La sua replica ribadiva ancora una volta che la loro amicizia fosse storica: anche lei in passato aveva voluto fare la rockstar e si è sentita mediocre, proprio come Madonna l’ha descritta. Malgrado questo la Stone ha dichiarato anche di volerle bene e che nessuno scoop potrà mai violare i loro segreti personali. I fan sono letteralmente impazziti nel leggere la risposta politically correct dell’attrice, la quale ha messo a tacere tutte le voci, spendendo poche parole a riguardo. Dalla sua replica il pubblico è rimasto in attesa di capire quali fossero gli sviluppi della vicenda e ora Madonna ha preso in mano la situazione bloccando l’asta.

La risposta definitiva di Madonna

Come ci si poteva aspettare, la signora Ciccone ha preso in mano la situazione e ha deciso di bloccare in modo definitivo questa assurda asta. L’evento era stato indetto dal sito "Gotta Have It! Collectibles" e oltre alla fatidica lettera, dovevano essere battuti all’asta anche un paio di sue mutandine usate, una spazzola con alcuni capelli della pop star e una lettera di addio all’ex compagno Tupac. L’ex amica Darlene Luz si sarebbe impossessata di tali oggetti durante uno dei suoi soggiorni a casa di Madonna: la cantante ha affermato che più volte infatti si sarebbe fermata a dormire da lei. La popstar ha deciso quindi di depositare delle carte in tribunale nelle quali ha spiegato le ragioni del suo cambio di idea relativamente all’asta, dicendo che era scioccata dal fatto che il suo DNA, contenuto nei capelli della spazzola, potesse essere messo in vendita, oltre ad altri oggetti estremamente personali. Secondo la casa d’asta invece Madonna e la sua schiera di legali avrebbero intrapreso un'azione priva di fondamenta per bloccare temporaneamente la vendita di quelle che a loro avviso sarebbero proprietà legittime della signora Luz. La vendita è al momento ferma, ma si dovrà attendere la decisione del tribunale per porre fine in modo definitivo a questa vicenda: ai fan non resta che attendere.

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky