Caricamento in corso...
19 luglio 2017

Miley Cyrus rimpiange il passato: "Mi sentivo sessualizzata"

print-icon
Miley Cyrus rimpiange il passato

Ha parole dure Miley Cyrus per il suo passato, ma soprattutto di denuncia: la cantante ha praticamente detto di essersi sentita in dovere di avere certi comportamenti perché era ciò che gli altri volevano da lei.

Continua a parlare del suo passato Miley Cyrus e del suo enorme cambiamento che l’ha portata a rivoluzionare completamente la sua vita rispetto a prima.

Addio vecchia Miley Cyrus

Non le manda a dire Miley Cyrus, e anche stavolta ne ha avute di tutti i colori per il suo passato (e per le persone che la giudicano). La cantante, nota alle cronache per il temperamento esagitato, ribelle e super provocatorio ha stupito tutti quando negli scorsi mesi ha deciso di abbandonare quei comportamenti e smettere con gli eccessi. Uno dei motivi per i quali è cambiata così tanto è stato la ripresa della relazione con Liam Hemsworth, che l’ha aiutata a capire cosa voleva veramente dalla vita e, soprattutto, cosa non era più disposta a fare per ottenerlo. Quindi addio alla Miley Cyrus che fumava erba sul palco dei concerti e alla Miley Cyrus che si esibiva nuda su una palla da cantiere: non solo non vuole più comportarsi e farsi vedere in questo modo, ma ha anche detto più di una volta di essere pentita per quell’atteggiamento e di aver smesso di fumare erba anche per quel motivo. E più tempo passa più ci sono cose che Miley Cyrus rimpiange e accuse che fa a chi l’avrebbe spinta a tenere quel comportamento.

Oggettivata e sessualizzata

Un’altra cosa che Miley Cyrus vorrebbe non aver mai fatto, è il twerking a Robin Thicke del 2013 sul palco dei Video Music Awards 2013. Ma non tanto per il gesto, quanto perché la cantante si era decisamente stufata di dover dare un’immagine di sé spesso esagerata e non corrispondente alla realtà. Soprattutto dopo la sua esibizione, era diventato normale per tutti aspettarsi da lei qualcosa di esuberante e sopra le righe, cosa che dopo un po’ l’ha portata a sentirsi sfruttata nella sua immagine: “È diventata una cosa che la gente si aspettava da me. E io non volevo essere la ragazza che andava agli shooting fotografici e doveva per forza tirare fuori il seno o la lingua. Dopo un po’ sono arrivata al punto in cui mi sentivo sessualizzata”, ha detto durante un’intervista. Delle parole molto forti destinate a far riflettere il dorato mondo dello showbusiness, che a volte pur di creare personaggi non pensa agli effetti che questa cosa può avere sulle persone.

L’incubo peggiore? Hannah Montana

Dopo aver iniziato ancora una volta a frequentare Liam Hemsworth, Miley Cyrus piano piano ha deciso di smetterla di dare alle persone ciò che volevano e iniziare a essere semplicemente se stessa. Recentemente ha detto di aver smesso di fumare erba perché vuole mantenersi sempre sobria ma, ha detto parafrasando Justin Bieber, mai dire mai su ciò che potrebbe accadere nel futuro! Se c’è una cosa che però ha turbato profondamente Miley Cyrus e che l’ha indirizzata verso un tipo di vita che forse non avrebbe voluto, è stata la sua identificazione con Hannah Montana e il grande livello di pressione che c’era nei suoi confronti per quel ruolo. Ma Miley ha parole molto dure per chi la critica per i recenti “atti scandalosi” fatti negli ultimi anni, e tira fuori proprio il suo ruolo Disney: “Avrei dovuto essere più scioccante quando avevo 11 anni, ero conciata con parrucca e trucco ed erano principalmente uomini più grandi a dirmi cosa indossare. Non mi sorprende che molte persone perdano la propria strada e chi sono davvero, perché c’è sempre qualcuno a dirgli chi devono essere”.

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky