25 luglio 2017

Johnny Depp furioso: "Non ho problemi psicologici"

print-icon
Johnny Depp

Johnny Depp risponde duramente alle accuse di Joel e Robert Mandel, i suoi ex manager che l’avrebbero condotto alla bancarotta. L’attore respinge al mittente le accuse di disturbi psicologici che gli vengono mosse e punta il dito contro di loro.

Non c’è nessuno più furioso di Johnny Depp in questo momento: l’attore di Pirati dei Caraibi ha usato parole molto dure contro i suoi ex manager, Joel e Robert Mandel, che hanno presentato nuovi particolari sulle stravaganze finanziarie della star.

Particolari irrilevanti: l’accusa di Johnny Depp

Se c’è qualcuno che in questo momento sta cercando di calmarsi, quello è sicuramente Johnny Depp: la star è decisamente arrabbiata con i suoi ex manager della TMG – Joel e Robert Mandel – non solo per la causa legale milionaria che li vedi coinvolti, ma anche per delle loro dichiarazioni giudicate inopportune dall’attore. Secondo Johnny Depp, infatti, non c’era nessun motivo per i due manager di dare dei pareri medici e personali sulla sua persona, tanto da definirlo addirittura un uomo con gravi problemi psicologici e affetto da disturbi ossessivi compulsivi. Johnny Depp ha detto che queste considerazioni, fatte in maniera totalmente inappropriata, sono state fatte solo per screditarlo agli occhi dell’opinione pubblica e svilirlo come personaggio rispettabile di Hollywood. “Impropri e irrilevanti”, così Johnny Depp ha definito i commenti della Mandel Company su di lui.

Le informazioni diffuse dai fratelli Mandel

Negli scorsi mesi gli ex manager di Johnny Depp avevano diffuso molte indiscrezioni sulla vita privata dell’attore, facendo sapere al mondo intero tutti i vizi della star (che nessuno si sarebbe mai aspettato visto lo spirito ribelle che l’ha sempre contraddistinto). Chi l’avrebbe mai detto che Johnny Depp, sempre così attento a non farsi confondere con personaggi in voga di reality show, spendesse 7mila dollari per comprare il divano della serie Al Passo con i Kardashian? Quello era un regalo per la figlia Lily Rose, ma certo che non pensavamo proprio che Johnny Depp potesse mai comprare qualcosa che avesse a che fare con Kim Kardashian. Migliaia di dollari sono stati spesi dall’attore anche in borse e valigie firmate rigorosamente Prada, per non parlare di quelli che invece usa per le sue pregiate bottiglie di vino da mettere in tavola. Secondo quanto detto dagli ex manager, l’attore sarebbe così spendaccione che non riuscirebbe a stare entro i due milioni euro al mese di spesa che gli consentirebbero di non finire in bancarotta. Una cifra niente male, che però non sembra abbastanza per una star del calibro di Johnny Depp, che per spostarsi usa quasi solo ed esclusivamente il suo jet privato.

Accuse reciproche

Quella tra Johnny Depp e i fratelli Mandel, è una guerra senza esclusione di colpi: secondo i suoi ex manager, che l’attore ha licenziato nel 2016 dopo dieci anni di lavoro insieme, l’attore sarebbe sulla bancarotta per il suo stile di vita (ampiamente descritto nella loro denuncia) super lussuoso e troppo spendaccione. Johnny Depp, invece, è sicuro che siano stati Joel e Robert Mandel a toccare le due finanze: secondo quanto denunciato dalla star di Hollywood, i manager gli avrebbero rubato circa dieci milioni di dollari, facendoli andare a finire nelle tasche di terzi senza che lui ne fosse a conoscenza. La causa è milionaria e potrebbe portare al fallimento o la Mandel Company o Johnny Depp stesso. Le prossime udienze del processo definiranno chi ha ragione e chi no.

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky