17 agosto 2017

Tom Cruise inedito: "Ho un sogno, ho iniziato a inseguirlo a 8 anni"

print-icon
Tom Cruise inedito: "Ho un sogno, ho iniziato a inseguirlo a 8 anni"

Tom Cruise, un uomo con un sogno che brilla, luminoso, e guida ogni scelta della sua vita. Con il tempo e il talento, l’attore è entrato a pieno titolo nella lista dei mostri sacri di Hollywood dei nostri tempi, e non si è trattato certo di un colpo di fortuna.

Nella sua ultima intervista per il The Feed, Tom Cruise racconta che la sua carriera è frutto di duro lavoro e sacrifici. Dopo l’ennesimo successo da blockbuster, l’attore si è confessato, spiegando al mondo che la sua è una vocazione che proviene sin dalla tenera età.

Tom Cruise: attori si nasce

Quando vuoi diventare un attore, e lo vuoi veramente, cominci a lavorare in tal senso sin dalla più tenera età. Sembra che Tom Cruise abbia infatti ottenuto i suoi primi ingaggi quando aveva 8 anni, e leggendo fra le righe si intuisce che non fossero tutti lavori entro la sfera della recitazione. “Da bambino lavoravo sempre,” ha raccontato l’attore al The Feed, “Ho sempre avuto dei lavori. Sin da quando avevo 8 anni, ho lavorato. Forse avevo solo un punto di vista sulla vita molto diverso da quello dei miei coetanei. Avevo degli obiettivi, soprattutto riguardo a quello che avrei voluto fare nella vita”. La domanda sorge spontanea, e il conduttore chiede quello che ci stiamo domandando tutti: quali obiettivi futuri potrebbe mai avere un bambino di 8 anni? Tom Cruise ha la risposta pronta: “Volevo fare dei film, e farlo per tutto il resto della mia vita. Quando ero bambino, non ho mai frequentato la stessa scuola per più di un anno e mezzo. Ero una di quelle persone sempre all’avventura, che voleva fare ogni genere di attività estrema”. Un’opinione un po’ particolare per un ragazzino, ma non stiamo parlando di un bambino qualunque.

Tom Cruise, un bambino molto particolare

“Volevo viaggiare,” ha spiegato Tom Cruise nel corso dell’intervista, “Ero particolarmente interessato al mondo e dall’intrattenimento. Ero molto interessato alle commedie e da piccolo adoravo intrattenere la mia famiglia”. Dal canto suo, anche il giornalista è rimasto colpito dalla figura di Tom Cruise al punto da dover rilasciare a sua volta un’intervista. Pur essendogli stato proibito di parlare di Scientology in sede, quest’uomo da 43 milioni di dollari all’anno ha saputo esercitare su di lui un’intensità che non aveva mai provato prima di quel momento: “È una persona molto amichevole, ma c’è qualcosa di lui che mi è parso davvero molto, molto intenso”.

Troppi stunt?

Come sappiamo bene, Tom Cruise ha sempre preteso di fare tutti i suoi stunt e le scene d’azione da solo, senza l’aiuto di un esperto. All’età di 56 anni, però, può accadere che si verifichi qualche tipo di incidente di percorso. Solo qualche giorno fa, l’attore si è rotto una caviglia con un salto poco atletico e ha riportato un infortunio per cui dovrà prendersi un po’ di riposo. La produzione del nuovo film del franchise “Mission Impossibile” potrebbe subire qualche ritardo. In una comunicazione ufficiale, i produttori scrivono: “Il film è sospeso fino al completo recupero di Tom Cruise, che ringrazia tutti per la preoccupazione dimostrata e il supporto ricevuto”.

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky