28 agosto 2017

Ilary Blasi: la rinuncia di Francesco Totti è un inno all’amore

print-icon
Ilary Blasi: la rinuncia di Francesco Totti è un inno all’amore

Smessi i panni di calciatore, e subito indossati quelli da dirigente, Francesco Totti non si separa dalla “sua” Roma. Intesa come squadra, ma anche come città. Qui, il Pupone è rimasto per amore di Ilary. Rinunciando a offerte milionarie

Nel suo primo anno da ex calciatore, Francesco Totti parla della carriera e del suo amore per Ilary Blasi. È proprio per la moglie, che il numero 10 della Roma confessa di aver rinunciato ad altre opportunità di lavoro. Che lo avrebbero ulteriormente arricchito, ma portandolo troppo lontano dalla sua famiglia.

L’amore per la Roma e per la famiglia

Francesco Totti ha rifiutato cifre astronomiche offerte da squadre di Dubai e del Giappone”: a parlare così, sulle pagine del settimanale Oggi, è Maurizio Costanzo. Che, il calciatore, l’ha incontrato e intervistato. L’ha fatto in occasione di una chiacchierata a cuore aperto, in cui l’ex capitano della Roma – che per la capitale e per il calcio mondiale è un indiscusso idolo – ha confessato come avrebbe avuto l’opportunità di continuare a giocare altrove. E se, in passato, il suo no al Real Madrid era stato dettato dall’attaccamento ai colori giallorossi, i successivi no – dati a squadre d’oltreoceano – sono stati motivati da un amore diverso. Quello per la moglie, Ilary Blasi, e per il figli Cristian, Chanel e Isabel. “Lui ha una vera dipendenza dalla Roma, peggiore di quella che chiunque potrebbe avere da una qualsiasi sostanza… Non mi stupirei se per restituire a Roma quello che Roma gli ha dato, si spendesse in prima persona per seguire il progetto del nuovo stadio”, scrive Costanzo. Facendo intendere (semmai ce ne fosse bisogno) che il futuro dell’”ottavo re di Roma” non sarà mai lontano dalla città. E, soprattutto, da sua moglie. Quello tra Ilary Blasi e Francesco Totti, del resto, è uno degli amori più solidi e longevi del panorama sportivo e televisivo italiano. Usciti indenni da gossip di ogni tipo, i due non hanno mai mostrato un segno di cedimento. E, per mezzo di dediche social, non mancano di ribadire il loro amore. Un amore che nemmeno il calcio – e le offerte milionarie – hanno potuto separare. Che, adesso che Totti non gioca più, sia arrivato il momento di accogliere il quarto figlio?

Da calciatore a dirigente

Dopo essere stato paparazzato in vacanza – dalle spiagge di Mykonos al supermercato di Sabaudia, sempre in compagnia della moglie -, Francesco Totti ha fatto il suo debutto come dirigente della Roma alla prima giornata di campionato. È però alla prima partita casalinga, quella contro l’Inter, che l’ex capitano giallorosso ha ricevuto una vera e propria ovazione dall’Olimpico. Elegantissimo in giacca e cravatta, il neo dirigente è stato protagonista di un curioso siparietto: Kevin Spacey, attore Premio Oscar e star della fortunata serie tv House of Cards, era infatti presente allo stadio invitato dall’Inter, il cui team soggiornava nel suo stesso albergo. Appena arrivato allo stadio, l’attore ha ricevuto una maglia autografata proprio da Francesco Totti (e da Javier Zanetti), a testimonianza della fama di cui il “pupone” nazionale gode in tutto il mondo. Una fama che, lui, spesso utilizza per i fini più nobili. Come la promozione del match che, l’1 settembre 2017, vedrà sfidarsi la Roma contro la Chapecoense, la squadra vittima del tragico incidente aereo lo scorso novembre. L’intero incasso sarà devoluto al club brasiliano, e Totti ha invitato tutti a recarsi allo stadio per quella partita dallo splendido intento.

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky