07 settembre 2017

George Clooney: "Sono un maestro a cambiare i pannolini"

print-icon
George Clooney: "Sono un maestro a cambiare i pannolini"

All’alba dei suoi 56 anni, George Clooney, l’uomo più bello del mondo secondo la scienza, scopre di avere una nuova qualità tra le moltissime su cui può già contare. Con l’arrivo dei gemelli Ella e Alexander, avuti insieme alla splendida mogliettina Amal, l’attore ha scoperto di essere anche un maestro dell’antica arte del cambio del pannolino.

A quanto pare, all’inizio non ci poteva credere nemmeno lui. George Clooney ha scoperto di essere particolarmente abile e lesto nel cambio di pannolini, e proprio nel momento del bisogno! Ora più che mai, con l’arrivo di Ella ed Alexander, l’attore ha dimostrato di essere provvidenziale nel momento del bisogno.

George Clooney: bravo papà e maestro del cambio pannolino

Diventare padre all’età di 56 anni ha fatto emergere in George Clooney un lato della sua personalità – e delle sue capacità fisiche – che l’attore di “Ocean’s Eleven” non poteva neanche immaginare di possedere. Oltre, naturalmente, alla sua straordinaria attitudine da papà, George si è ritrovato a padroneggiare con insospettabile abilità la capacità di sostituire pannolini. Una tecnica che, con due neonati in casa, può tornare davvero utile. Nel corso di un’intervista con il THR Magazine, Clooney ha dichiarato: “La paternità non è mai stata parte del mio DNA, la prima cosa che ho pensato è stata ‘George, per favore, questa volta non sbagliare tutto’, ma ho scoperto di essere un maestro a cambiare i pannolini. E non pensavo affatto”.

Forse è vero che la necessità aguzza l’ingegno, ma tra tutte le cose importanti che gli sono capitate negli ultimi anni, quella di diventare padre è stata probabilmente l’esperienza più bella della sua vita: “La mia casa è piena del tiepido suono del vagito dei piccoli. Dovreste vedere la faccia che fanno i miei amici quando arrivano e mi trovano a cambiare un pannolino. Dovreste sentire la loro risata. E io non posso fare nient’altro che dire ‘Lo so, lo so’, ma li ho fatti penare molto nel corso degli anni, e tutto sommato me lo merito”.

George Clooney e Amal: il loro sogno erano i bambini

Approfittando dell’ampio spazio d’intervista, George Clooney affronta anche un altro argomento a lui molto caro. George, scapolo d’oro, era circondato da quest’aura mistica che in qualche modo faceva pensare a tutti che i due non volessero affatto diventare genitori: “C’era questo preconcetto secondo il quale non volevamo diventare genitori. E poi, dopo il matrimonio, Amal ed io stavamo parlando e abbiamo capito che siamo persone molto fortunate, entrambe, e che avremmo dovuto condividere la nostra fortuna con qualcuno. Sarebbe stato troppo egocentrico se avessimo tenuto per noi tutto quello che ci appartiene”. Da quando è diventato papà, George può affermare con orgoglio di aver messo su qualche chilo. Lui e l’incantevole Amal, che festeggiano i 3 anni di matrimonio il 27 settembre, si sono conosciuti negli Abbey Studios di Londra nel 2013: “Probabilmente ha pensato che ero vecchio”, ha spiegato Clooney, ma sei mesi dopo lui le stava chiedendo di sposarlo e lei stava dicendo il primo sì. “Le ho detto che c’era un accendino nel mobile lì vicino, e quando si è allontanata per prenderlo, dal mobiletto ha tirato fuori la scatola dell’anello. E allora ho fatto tutto quello che dovevo fare: mi sono inginocchiato, e ho detto le cose che si dicono in quel momento. Sotto, suonava la playlist di mia zia Rosemary Clooney, e stavo giusto aspettando la canzone ‘Why Shouldn’t I?’”.

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky