Caricamento in corso...
11 settembre 2017

Megan Fox: “nostro figlio si veste da principessa, e a noi sta bene”

print-icon
Megan Fox: “nostro figlio si veste da principessa, e a noi sta bene”

Ritrovatisi dopo un breve periodo di crisi, Megan Fox e Brian Austin Green – sui figli – fanno fronte comune. E si schierano a difesa del primogenito, che ama indossare abiti femminili e che, per questo, è stato spesso al centro del gossip

Megan Fox, da Brian Austin Green, ha avuto tre figli: Noah Shannon (5 anni il 27 settembre), Bodhi Ransom (3 anni) e Journey River (1 anno). Ed è proprio il primogenito, Noah, che nelle ultime settimane – dai siti di gossip - è stato messo sotto i riflettori. La motivazione? Il suo amore per gli abiti femminili. Una scelta che, oggi, i suoi genitori difendono.

Libertà di scelta

«Ho sentito che alcune persone non sono d’accordo col fatto che mio figlio indossi abiti femminili. A loro dico che non mi interessa. Noah ha quattro anni: se vuole indossare una cosa, la indossa»: sono queste le parole con cui Brian Austin Green - marito di Megan Fox e papà dei suoi tre bambini - ha risposto nel corso dell’intervista rilasciata a Hollywood Pipeline, alla domanda su cosa ne pensasse in merito alla “polemica” nata attorno al primogenito. O, meglio, attorno alle sue scelte “stilistiche”. Perché Noah, al contrario di molti bimbi maschi della sua età, adora i vestiti femminili. Ed è la sua stessa mamma, a condividere sui profili social le immagini che lo ritraggono in compagnia dei suoi due fratelli, con indosso gli abiti di Elsa, la principessa del film Frozen. Immagini piene d’amore, e bellissime. Come bellissimi sono i tre figli che l’attrice ha avuto da Brian Austin Green, e che hanno salvato il suo rapporto con l’ex star di Beverly Hills. Dopo una relazione lunga cinque anni, la splendida attrice – nel 2015 – aveva infatti chiesto il divorzio. Ma, nella primavera dell’anno successivo, qualcosa in lei cambiò. Si riavvicinò a Brian, e da quel riavvicinamento nacque poi il piccolo Journey River. «Quattro o cinque anni è il momento in cui bisognerebbe divertirsi. E poi, indossando quei vestiti, Noah non fa male a nessuno. Se vuole farlo, grandioso, buon per lui!»: Megan e Brian, oggi, sono unitissimi. Nella difesa di quel bambino, ma anche nel loro rapporto di coppia. Basta vedere i rispettivi profili Instagram. Condividendo una foto del marito ai tempi di Beverly Hills, l’attrice scrive: “grazie per aver donato il tuo DNA al nostro sogno di una colonia di piccoli rubacuori”. Mentre lui, qualche mese dopo la nascita del terzogenito, condividendo un’immagine dei tre bambini, commentava: “mia moglie fa dei bambini bellissimi”. Innamorati tra di loro, innamorati pazzamente dei loro bambini. «A casa mia ognuno può essere ciò che vuole», ha tempo fa dichiarato Megan in un’intervista televisiva. E quell’essere come si vuole comprende anche il vestirsi come meglio si crede. Senza per questo venire giudicati.

Il lato “oscuro” della maternità

Per Megan Fox, del resto, il suo vero “lavoro” non è fare l’attrice. Ma la mamma. Un sogno che coltivava fin da piccola, e che oggi – grazie Brian Austin Green – è diventato realtà. Tuttavia, gravidanza e maternità non sono state per lei una passeggiata. A proposito dell’ultimogenito, nel corso di un’intervista a Fox, l’attrice ha confessato di come, da oltre un anno, non riesca a dormire per una notte intera. «Lo sto ancora allattando e non dorme mai, così anche gli altri due si svegliano e ci ritroviamo tutti a dormire nello stesso letto», ha dichiarato. Per poi raccontare di come, per la sua terza gravidanza molto più che per le altre, abbia dovuto impegnarsi duramente per ritrovare la sua forma fisica. Una forma riconquistata a colpi di lunghe passeggiate e di dure corse, tanto da portare Megan a dichiarare: «è stato terribile».

Megan Fox insieme ai due figli più grandi

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky