Caricamento in corso...
11 settembre 2017

Priyanka Chopra, troppo esotica per il cinema di Hollywood?

print-icon
Priyanka Chopra, troppo esotica per il cinema?

Il suo ruolo a Hollywood? È quello di abbattere barriere culturali e trascendere ogni tipo di convenzione sociale. La star, celebre per il suo ruolo in “Quantico”, avrebbe forse trovato più facilmente la fama nel subcontinente indiano, nella ricca produzione bollywoodiana. A Priyanka Chopra, però, le sfide sono sempre piaciute.

Priyanka Chopra è un tipico esempio di bellezza indiana, sofisticata ed elegante. I suoi lineamenti dolci, la pelle scura e gli occhi grandi la rendono un’icona di bellezza che mette d’accordo tutto il mondo. Eppure, nell’avanzatissima Hollywood del 2017, c’è ancora molta strada da fare. Sembra infatti che l’attrice sia stata scartata a un provino per via della sua etnia.

Priyanka Chopra: troppo esotica per il cinema di Hollywood?

La conturbante Priyanka Chopra ha fatto la sua apparizione al Toronto Film Festival, lo stesso a cui ha partecipato Angelina Jolie con “The Breadwinner” assieme ai suoi figli, e ha portato una ventata di bellezza e novità all’evento cinematografico canadese. Ad accompagnare il suo look mozzafiato, ci sono state però una serie di pungenti dichiarazioni che hanno denunciato il sistema dei provini nel mondo di Hollywood. In un’intervista al Variety, l’attrice avrebbe dichiarato di essere stata scartata ad un provino per via del suo essere “troppo etnica”. Che cosa significa? A spiegarlo a Priyanka ci ha provato, con non poche difficoltà, il suo agente. “Avrebbero dovuto spiegare agli spettatori che cosa ci fa questa ragazza indiana in America, avrebbero dovuto dare un background sensato al fatto che lei si trova negli Stati Uniti. Avrebbero dovuto spiegare perché i suoi genitori si trovano in America e che cosa stanno facendo”.

Priyanka Chopra non ci poteva credere. È sconvolgente che a Hollywood, oggigiorno, ci sia ancora questo genere di problematiche. E non è nemmeno la parte peggiore: anche il suo ruolo in “Quantico” era stato inizialmente scritto per un’attrice bianca, e solo grazie al suo talento Priyanka è riuscita a ottenerlo, padroneggiando la recitazione talmente bene che è stato difficile dirle di no.

Priyanka Chopra: la commovente intervista sul suo passato

Si penserebbe che con una simile, disarmante bellezza accompagnata da un talento innegabile, la strada di Priyanka verso il successo non sia che in discesa. Eppure, non è così. Ad ostacolarla c’è il colore della pelle, così diverso, così indiano, così poco familiare allo spettatore occidentale medio. Nel corso dell’intervista alla TIFF Soirée, la Chopra ha raccontato delle difficoltà incontrate mentre cercava di sfondare nel mondo dello spettacolo: “È stato estremamente difficile. Provengo da un paese dove ci somigliamo un po’ tutti, e i nostri tratti sono molto simili. E all’improvviso mi sono trovata in America, dove sono unica nel mio genere, e non avevo più niente a cui potermi aggrappare. Nel corso della mia carriera qui non ho mai visto nessuno, in televisione, che avesse il mio aspetto. Non ci sono molti indiani nel mondo della televisione o nel mondo del cinema occidentale”. Priyanka Chopra ha lasciato la sicurezza di Bollywood per provare qualcosa di nuovo. Anche lì, nel 2008, l’attrice amava parlare di sé rompendo le convenzioni e scegliendo i ruoli più controversi di donna fuori dagli standard del subcontinente, più libera ed emancipata. “[A Bollywood] le donne protagoniste devono avere un temperamento timido e ingenuo, e non dire mai nulla che non risulti carino. Per non parlare del vento nei capelli. Una costante. Amavo anche io avere il vento nei capelli, confesso, ma volevo cambiare un po’ le regole del gioco”.

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky