21 settembre 2017

Maggie Gyllenhaal: "Ecco cosa vuol dire interpretare una prostituta"

print-icon
Maggie Gyllenhaal

Maggie Gyllenhaal, che interpreta una prostituta nella serie tv “The Deuce – La via del porno”, parla della grande opportunità che ha avuto nel vestire i panni di Eileen “Candy” Merrell. L’attrice ha ricevuto già i favori della critica per questo ruolo.

The Deuce – La via del porno andrà in onda prossimamente anche in Italia ma negli Stati Uniti sta già facendo molto discutere. Maggie Gyllenhaal, che nella serie tv interpreta Eileen “Candy” Merrell, una prostituta che decide di entrare nell’industria pornografica, parla del suo ruolo e di cosa ha significato interpretarlo.

Una prostituta è anche una donna

In una recente intervista ad Harpers Bazaar, Maggie Gyllenhaal racconta del suo approccio al personaggio e di come spesso sia distorta la nostra idea di “prostituta”. L’attrice, che ha ricevuto molte critiche positive per questo ruolo, dice che una prostituta è innanzitutto una donna, che, come dice in una delle prime scene, “fa questo lavoro”. Il lavoro è solo una parte della vita di una persona, che può essere madre, figlia, sorella, donna d’affari. Una prostituta è tutto questo ed è riduttivo, per Maggie, vederla solo in relazione al mestiere di professionista del sesso. Proprio questa lettura del personaggio, unita ad una sceneggiatura di altissimo livello, hanno spinto l’attrice ad accettare un ruolo così scomodo ma estremamente interessante. Per prepararsi ed essere il più credibile possibile, Maggie Gyllenhaal racconta di aver parlato con una vera prostituta, Annie Sprinkle, che adesso è una “performer” ma che negli anni ’70 faceva il mestiere di prostituta. Parlare con la Sprinkle l’ha aiutata molto e le ha permesso di entrare nel mondo del porno degli anni ’70.

La serie che racconta la nascita dell’industria pornografica

The Deuce – La via del porno è ambientata a New York tra la fine degli anni ’70 e gli inizi degli anni ’80 e racconta la nascita dell’industria pornografica e la sua rapida diffusione, tra droga, mafia e HIV. La serie è interpretata da James Franco, nel ruolo dei fratelli gemelli Vincent e Frankie Martino, che si trovano a lavorare per la mafia italo-americana. I due incontrano Candy, una prostituta interpretata dalla Gyllenhaal, che decide di buttarsi nell’industria del porno, finalmente legalizzata. Essere una prostituta, continua l’attrice, richiede una buona capacità dissociativa e non tutte le donne riescono a farlo. “È difficile fare sesso con otto o dieci uomini a notte. È difficile fisicamente, per non parlare di come dev’essere dal punto di vista psicologico”, racconta Maggie, ma il suo personaggio riesce a essere più fredda e a separare nettamente la vita personale da quella lavorativa.

Maggie e il sesso

Non è la prima volta che Maggie Gyllenhaal accetta di lavorare ad un progetto in cui l’argomento principale è il sesso. Già in “Secretary”, in cui vengono affrontati temi come la dominazione, la sottomissione e il BSDM, e in “Hysteria”, il film sulla nascita del vibratore, l’attrice si era trovata perfettamente a suo agio e, infatti, aveva dichiarato: “Il sesso è così interessante…chi può dire di non essere coinvolto?. Il sesso è un modo di comunicare senza parole. Credo sia per questo che non ho remore a trattare l’argomento in un film”. Non ci resta che aspettare la messa in onda, su Sky Atlantic, di The Deuce, per vedere la bella Maggie in quest’altro interessantissimo e sensualissimo ruolo!

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky