Caricamento in corso...
27 settembre 2017

Melania Trump, l’ex modella che sognava di diventare come Sophia Loren

print-icon
Melania Trump, l’ex modella che sognava di diventare come Sophia Loren

Voleva essere più famosa di Sophia Loren, Melania Trump. A dichiararlo è Victoria Silvstedt, modella e attrice classe 1974 che – con la first lady americana – ha convissuto a Parigi per un periodo

Sognava in grande, Melania Trump. Lo sognava quando, giovane modella, viveva a Parigi. E, qui, divideva la stanza con Victoria Silvstedt. A quell’epoca, aveva pochi soldi e tante ambizioni. Voleva diventare famosa, l’oggi moglie di Donald Trump. Addirittura più famosa di Sophia Loren.

Melania Trump, giovane e ambiziosa

«Abbiamo vissuto insieme per un anno, a Parigi, quando io avevo 18 anni e lei 23. Io ero agli inizi della mia carriera nella moda»: ricorda così, Victoria Silvstedt, il suo passato come coinquilina di Melania Trump. Intervistata di recente, la biondissima modella d’origine svedese ha raccontato: «abitavamo in un piccolo appartamento orribile. Era una donna molto semplice, ma sapeva già quello che voleva. Più volte mi disse di voler fare qualcosa di grande, addirittura più grande di Sophia Loren». E così, un’intervista nata per raccontare le sue paure e la sua claustrofobia («Non prendo gli ascensori: a New York faccio 25 piani a piedi con i tacchi alti. Per me è impossibile prendere un aereo piccolo; una volta ho dovuto prenderlo e mi sono ubriacata», ha dichiarato), per Victoria Silvstedt è diventata il pretesto per ricordare quella sua compagna di stampa così determinata e ora così famosa. Una compagna di stanza che non sarà diventata Sophia Loren – di cui probabilmente non ha la stessa classe e sicuramente non ha lo stesso talento -, ma che è comunque riuscita ad arrivare in alto. Proprio dove ha sempre sognato di stare. E poco importa che, ora, sia famosa come “moglie di”. Dove “di” sta per il contestato Presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Una moglie bellissima, che vive sotto l’occhio dell’attenzione. E che, dal look alla sua freddezza nei confronti del marito, a passare inosservata non ci riesce proprio. E sicuramente nemmeno lo vuole, ricordando quel suo sogno di ragazza che è riuscito sì, ma a metà. Del resto, se davvero Melania Trump qualcosa di grande vuole farlo, il momento giusto è questo. Chi più di una First Lady può cambiare, o almeno provare a farlo, un piccolo pezzetto di mondo? Magari, cominciando ad ammorbidire le posizioni del Tycoon. Per entrare (finalmente) nei cuori degli americani.

Look e parole

Sono gli utenti del web, a ricordarglielo ogni giorno. Che, per lei, qualcosa di grande potrebbe essere dare il benservito a Donald. O, ancora meglio, togliergli il microfono (o Twitter) quando sta per prendere una posizione scomoda. Per il momento, non ci è riuscita. E non ci è riuscita nemmeno quando – camicia a scacchi da 1300 dollari e look finto semplice – ha provato ad emulare Michelle Obama nell’orto della Casa Bianca. Sembra sempre che ci sia una forzatura, in quello che fa. Come se, essere così in alto, non fosse esattamente come se lo immaginava. C’è da dire che, per Melania, le cose non sono semplici. Anche quando affronta discorsi nobili, ad essere analizzato è ogni dettaglio del suo look. E ogni sua parola viene rapportata ad un marito ingombrante. È successo anche nei giorni scorsi quando, all’Onu, ha parlato di cyberbullismo. «Nessun bambino dovrebbe mai sentirsi affamato, perseguitato, spaventato, vittima di bullismo, isolato, senza nessuno a cui rivolgersi», ha gridato dal palco. Ma, su Twitter, tutta l’attenzione era sul suo look, un vestito rosa shocking un po’ mongolfiera un po’ mirtillo. Che ha oscurato le sue parole, ancora una volta. E che, con la sua colorata appariscenza, la allontana ancor di più dal mito di Sophia Loren. 

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky