28 settembre 2017

Morto Hugh Hefner: era il fondatore di Playboy

print-icon
Hugh Hefner e le sue Playmate

Hugh Hefner si è spento all’età di 91 anni, patron e fondatore di Playboy. Hefner aveva fondato la storica rivista nel 1953, rivoluzionando il mondo dell’editoria con l’introduzione dei nudi femminili e con le sue famosissime conigliette.

È morto circondato dai suoi familiari, Hugh Hefner, dopo aver trascorso gran parte della sua vita circondato da splendide ragazze poco vestite. Il fondatore e editore di Playboy aveva 91 anni e si è spento il 27 settembre 2017 nella sua casa di Beverly Hills, la Playboy Mansion. Scopriamo insieme chi era l’uomo che ha dato uno scossone all’America puritana degli anni Cinquanta.

L’uomo che ha rivoluzionato il mondo dell’editoria

La notizia del decesso è stata data dalla stessa rivista che Hefner aveva fondato nel 1953, rivoluzionando non solo il mondo dell’editoria ma anche tutto l’immaginario collettivo per ciò che riguarda il sesso. Hugh aveva solo 27 anni quando ebbe l’intuizione di lanciare sul mercato una rivista su cui le donne si mostravano sorridenti e senza veli. La sua fu soprattutto una sfida al conformismo e al puritanesimo americano e non immaginava che Playboy avrebbe cambiato completamente l’industria del sesso creando un marchio inconfondibile e riconoscibile ancora oggi. All’epoca, Hefner era sposato e aveva lasciato da poco il suo lavoro presso una rivista dedicata ai bambini e si lanciò in questa nuova avventura per gioco. Le conigliette che ammiccavano dalle pagine patinate della sua rivista sono state il sogno proibito di qualsiasi maschio eterosessuale degli ultimi sessant’anni. La rivista raggiunse in cinque anni la tiratura di un milione di copie, che negli anni Settanta diventarono sette milioni.

Tante ex conigliette sono diventate famose grazie a Playboy

La prima coniglietta ad apparire senza veli su Playboy fu una giovanissima Marilyn Monroe, protagonista del primo numero, uscito nel dicembre del 1953. Da allora sono tantissime le Playmate che si sono avvicendate in copertina della rivista più “scandalosa” del secolo. Elle MacPherson, Cindy Crawford, Kim Basinger, Edwige Fenech, Barbara D’Urso, Pamela Anderson, Kelly Le Brook, Naomi Campbell, Dita Von Teese, Sherilyn Fenn, Geri Halliwell, Kim Kardashian, Lindsay Lohan, Bianca Balti, Kate Moss, Tamara Ecclestone, Charlize Theron, Drew Barrymore, Sharon Stone, Carmen Electra, Latoya Jackson, Madonna, Goldie Hawn, Bo Derek: le attrici, modelle, showgirl più belle hanno sempre fatto a gara per apparire sulla copertina della rivista e sul famoso paginone centrale. Ma non solo, anche scrittori famosi non disdegnavano la pubblicazione di racconti e articoli su Playboy, “Fahrenheit 451” di Ray Bradbury fu pubblicato a puntate nel 1954. Nel 2015, Hefner decise di non avere più nudi integrali sulla rivista, soprattutto dopo la grande concorrenza del web e il diffondersi di immagini di nudo nei diversi canali di comunicazione. Hugh Hefner faceva anche molta beneficenza, era a favore dei matrimoni tra persone dello stesso sesso e assolutamente contrario a tutti i tipi di droghe. L’affascinante patron di Playboy è stato sposato tre volte: nel 1949, con una sua compagna di università, Mildred Williams, da cui ha avuto due figli; nel 1989 con Kimberley Conrad, Playmate dell’anno, da cui ha avuto altri due figli. Dopo il divorzio, avvenuto nel 2010, nel 2012 Hefner ha sposato Crystal Harris, anch’essa coniglietta, che all’epoca del matrimonio aveva solo 26 anni.

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky