29 settembre 2017

Cara Delevingne: "Dentro di me c'è qualcosa di oscuro"

print-icon
Cara Delevingne: "Dentro di me c'è qualcosa di oscuro"

Non esistono molte artiste poliedriche quanto lo è Cara Delevingne: la strepitosa modella prodigio si diletta nella musica, nella recitazione, nella scrittura e nel beat, e potremmo continuare ancora per molto. Anche per una ragazza così piena di talento, però, la vita non è mai stata davvero facile

Nel passato di Cara Delevingne si celano dei segreti. Per lei, che adesso si gode la vita attraverso una serie favolosa di successi, la vita non è sempre stata un idillio come lo è adesso. È soprattutto la sua adolescenza, che per fortuna si è lasciata alle spalle, a tormentarla.

Cara Delevingne: strepitosa sulla copertina di The Edit

Nel corso della sua intervista per il “The Edit”, Cara Delevingne mette in luce non solo il suo killer look con i capelli corti e un fisico asciutto da modella, ma anche i tormenti che affliggono la sua anima. In particolar modo, Cara affronta con coraggio e determinazione il suo passato, i momenti bui, e li racconta perché qualcuno potrebbe trarne beneficio e uscire da una spirale autodistruttiva come quella dove si trovava lei Magari tutti la vedono come «la ragazzina più fortunata del pianeta terra», visto che la bella Cara ha sempre trasformato in oro zecchino qualsiasi attività in cui abbia deciso di cimentarsi. Eppure, per lei, nella sua personalità c’è sempre stato «qualcosa di oscuro che non riesco a scrollarmi di dosso», parole testuali.

A lasciare un segno indelebile nella sua vita ci ha pensato l’adolescenza: «I ragazzini possono essere molto, molto crudeli. I miei compagni popolari erano interessati a cose che non mi piacevano molto. Mi sono sviluppata molto tardi. Non avevo seno, e ho avuto il menarca molto avanti con l’età,» ha spiegato Cara Delevingne. «Mi chiamavano sempre frigida, mi dicevano che ero piatta. Mi sentivo alienata, sola, e mi chiedevo cosa ci fosse di sbagliato in me. Volevo solo che le persone mi amassero, e con loro non riuscivo ad arrabbiarmi. Ho sempre rivolto la mia rabbia contro di me».

Il lato oscuro di Cara Delevingne

«Invece di utilizzare la mia spada e il mio scudo per difendermi, li usavo per schermarmi dai miei sentimenti e pugnalarmi continuamente,» spiega Cara Delevingne con un paragone piuttosto azzeccato, e racconta di quando, da ragazza, è stata scambiata per un maschio. «Se indossavo gli abiti che piacevano a me, il mio taglio di capelli corto mi faceva assomigliare ad un ragazzo, e tutti mi scambiavano per un uomo. Lo odiavo. Sembravo un ragazzo, e mi comportavo da ragazzo, ma non volevo che mi considerassero un ragazzo». Questo odio si è rapidamente trasformato in una spirale autodistruttiva generata da uno stato depressivo: «Mi odiavo perché ero depressa, odiavo sentirmi depressa, odiavo provare emozioni. Ero parecchio brava a scollegarmi dalle emozioni. Avrei solo voluto abbracciarmi forte». Cara Delevingne si è resa conto di essere il suo peggior nemico e ha superato quell’oscurità: «Essere adolescenti, a volte, è come salire a bordo delle montagne russe dirette all’inferno. Bisogna tenere duro, e alla fine passerà tutto. Quando provavo a parlare con le persone dei miei problemi, tutti mi dicevano che non potevo soffrire così. Che ero troppo fortunata per soffrire. E io lo so: sono la ragazza più fortunata del mondo e vorrei poterlo apprezzare. C’è qualcosa di oscuro dentro di me che non posso scrollarmi di dosso».

My new cover for #TheEdit : 📸 @alexandranataf : 💄 @mollyrstern : 💇🏼 @mararoszak : 👗 @ilona_hamer : @netaporter

Un post condiviso da Cara Delevingne (@caradelevingne) in data:

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky