Caricamento in corso...
29 settembre 2017

Margot Robbie: "Tanti anni di studio e poi mi giudicano per l'aspetto"

print-icon
Margot Robbie: "Tanti anni di studio e poi mi giudicano per l'aspetto"

Margot Robbie è troppo sexy nel nuovo photo shoot per la rivista Wonderland, ma non per questo l’attrice ama adagiarsi sugli allori e godersi il suo status di seduttrice. Tutt’altro: nel corso della lunga intervista, si è detta piuttosto seccata di tutti coloro che la giudicano per l’aspetto prima ancora che per il suo modo di recitare e di lavorare.

Margot Robbie temeva di non essere abbastanza sexy per il ruolo di Noemi Lapaglia in “The Wolf of Wall Street”. Parallelamente, però, è anche preoccupata di essere considerata “troppo sexy” per essere presa sul serio. In questa situazione quasi paradossale, la Robbie riesce a spiegare alla perfezione l’estremo paradigma hollywoodiano, e denuncia il suo bisogno di essere ascoltata e non (solo) guardata.

Margot Robbie: non solo sexy

Margot Robbie non ama essere classificata unicamente attraverso il suo stratosferico aspetto fisico. Dentro quel meraviglioso corpo invidiato dalle copertine fashion di tutto il mondo e richiesto dai registi più famosi, si cela un cuore che batte forte e lavora sodo per raggiungere i suoi sogni. Nel corso della sua ultima intervista per il Wonderland, Margot Robbie ha espresso tutto il suo fastidio verso il mondo dello spettacolo che pone così tanta enfasi sul suo aspetto fisico, che diviene più che altro una fonte di grande stress. “Ho letto tanto, ho studiato tanto, ho fatto tanti corsi da attrice, ma alla fine qualcuno recensisce il tuo film e l’unica cosa positiva su cui riesce a concentrarsi è l’estetica. E allora mi viene da dire: vaffan***o. State screditando il lavoro di una vita e non è giusto!” Con il film in lavorazione, Margot Robbie sente finalmente di poter mettere da parte il suo invadente status di “bionda più sexy del mondo” e dare libero sfogo al suo talento. “In ‘I, Tonya’ non c’è stato il problema di apparire sempre al top. Peggio ero, meglio era. Quando ho letto il copione, mi sono resa conto che avevo davanti un’opera geniale. Pensavo che fosse fiction, e invece ho scoperto che era tutto preso da una storia vera. Allora ho capito che si trattava di un progetto grandioso”.

Margot Robbie: dall’Australia con furore

L’attrice ha fatto tantissima strada dai tempi dei suoi esordi, quando recitava nella serie televisiva australiana “Neighbours” che tutti pensavano l’avesse resa ricca sfondata. “Quando avevo 18 anni la gente che mi incontrava mi chiedeva se ero quella ragazza che faceva Neighbours, e mi domandava se ero diventata ricca, se avevo sei case o qualcosa del genere. In realtà, vivevo in un rudere d’appartamento con un frigo, un materasso per terra e poco altro,” ha ammesso. E adesso che il suo status di celebrità è stato consolidato da successi come “Suicide Squad”, la bella attrice si divide tra America, Inghilterra e Australia. “Ci sono alcuni giorni in cui non so se telefonare a mio marito negli Stati Uniti, alla mia famiglia in Australia o ai miei amici a Londra”. Attualmente, Margot si gode una felice vita matrimoniale con Tom Ackerley. I due si sono sposati lo scorso dicembre in gran segreto, a Byron Bay.

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky