03 ottobre 2017

Chi era Gal Gadot prima di diventare Wonder Woman?

print-icon
Chi era Gal Gadot prima di diventare Wonder Woman?

Il suo nome è salito alla ribalta per il ruolo di Wonder Woman: ma chi era, prima, Gal Gadot? Attrice israeliana classe 1985, ha vinto Miss Israele nel 2004 ed è stata per anni nota come la Gisele Harabo di Fast and Furious

Nata e cresciuta a Rosh Ha’ayn, villaggio nel cuore d’Israele, Gal Gadot è uno splendido miscuglio di etnie. La sua famiglia ha origini polacche, austriache, tedesche e ceche, e lei – insieme alla sorella minore – è stata cresciuta nel pieno rispetto delle tradizioni ebraiche. Ma come è arrivata, questa splendida donna ex soldatessa, ad interpretare Wonder Woman?

Una ragazza fiera

Delle sue origini ebraiche, Gal Gadot si è più volte detta molto fiera. «Sono cresciuta in una famiglia tradizionalista, circondata dalla cultura d’Israele, e vorrei che – del mio Paese – tutti avessero una buona opinione. Non mi sento un’ambasciatrice di Israele, ma ne parlo molto. Mi piace raccontare da dove vengo, e in cosa consiste la mia religione», ha dichiarato a Totally Jewish. La sua infanzia, Gal non l’ha passata di fronte alla tv a sognare di diventare un’attrice. Amava giocare all’aria aperta, ed era un po’ un maschiaccio con le ginocchia perennemente sbucciate. I suoi genitori (mamma insegnante e papà ingegnere) le insegnarono però a credere in se stessa, e a darsi un valore. Un approccio, questo, che avrebbe condizionato anche la sua vita da adulta. In realtà, nonostante non sognasse un futuro al cinema, fin da bambina amava stare al centro dell’attenzione. Ma, l’amore di Gal Gadot, era tutto per lo sport. «È tutta la vita che ballo. Ho giocato a tennis, ho fatto parte di una squadra di basket e di pallavolo, ma è stata la danza a conquistarmi: per 12 anni ho praticato danza moderna, classica, jazz e hip-hop. Pensavo che sarei diventata una coreografa», ha raccontato a Vanity Fair. Seppure bellissima, ad una carriera di modella non pensava. Tanto da aver lavorato – tra il diploma e l’ingresso nelle Forze di Difesa israeliane – da Burger King. È stata la madre, ad iscriverla a Miss Israele.

L’esordio al cinema

Perché, la carriera di Gal Gadot, ebbe inizio proprio lì: dal concorso di bellezza del Paese. Vinse la corona nel 2004; lo stesso anno partecipò a Miss Universo, ma non si classificò tra le prime 15. «Non volevo neppure parteciparvi. Per me era già troppo essere Miss Israele. Mi sono ribellata: non ero quel tipo di ragazza che amava indossare abiti da sera per colazione. Non mi truccavo neppure», ha confessato Gal Gadot. Che, nel suo passato, annovera persino due anni nell’esercito, che per chi nasce in Israele è obbligatorio. In quei due anni, dice di aver imparato il rispetto e la disciplina. Il suo primo approccio al mondo del cinema? Arrivò con un provino per il ruolo di Bond Girl in Quantum of Solace. «Stavo studiando legge e relazioni internazionali, quando mi notò il direttore del casting. Mi sentivo troppo intelligente e troppo sveglia per fare l’attrice, e il copione era tutto in inglese, una lingua con cui ancora non ero completamente famigliare», ha raccontato a W Magazine. Gal non ottenne la parte, e il suo debutto fu rimandato al 2007, quando esordì nella serie tv israeliana Bubot dopo aver frequentato un corso di recitazione. Il salto di qualità, lo fece quando venne scritturata – nel 2009 – per Fast and Furious. Fino ad arrivare a oggi, e alla firma del contratto con la DC Comics per tre film: Justice League (2017), Wonder Woman (2019) e Flashpoint (2020). «Mi piacerebbe tornare a scuola e studiare cinema o storia, o magari buttarmi nella regia. Fare legge non faceva per me: odio i conflitti», ha dichiarato.

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky