Caricamento in corso...
12 ottobre 2017

Harvey Weinstein: "Mia moglie e i miei figli mi hanno lasciato"

print-icon
Harvey Weinstein e Georgina Chapman

Sta letteralmente vedendo la vita che gli si sgretola sotto le mani Harvey Weinstein, dopo le denunce di molestie e violenze sessuali mosse contro di lui da decine di attrici di Hollywood. E anche la sua famiglia ha deciso di abbandonarlo.

Harvey Weinstein è stato travolto dallo scandalo delle molestie sessuali a seguito delle denunce di numerose attrici. Il regista, dopo essere stato licenziato dalla Miramax Films (società che ha co-fondato) è stato anche lasciato da moglie e figli.

Georgina Chapman lascia Harvey Weinstein

Dopo la denuncia di trenta attrici di Hollywood di aver subito molestie sessuali agli inizi della loro carriera, Harvey Weinstein sta vedendo la sua vita andare a rotoli. Dopo essere stato licenziato dalla Miramax Films, è stato anche lasciato dalla moglie Georgina Chapman, che si è detta inorridita da quanto scoperto sul conto del marito. La donna lo ha immediatamente abbandonato al suo destino e ha chiesto la separazione, rivolgendo all’uomo con cui ha condiviso dieci anni di matrimonio delle parole molto dure: «Ho il cuore a pezzi per tutte queste donne che hanno sofferto terribili pene a causa delle sue azioni imperdonabili. Ho deciso di lasciare mio marito. I miei figli ora hanno la priorità e chiedo ai media un po' di privacy in questo momento». Devastato Harvey Weinstein, che però si è detto d’accordo con la scelta di Georgina, tanto da dire addirittura che l’avrebbe incoraggiata ad andare avanti per la sua strada. «Nell'ultima settimana la mia famiglia ha sofferto molto e me ne assumo la responsabilità. Ho discusso con mia moglie quello che era meglio per la nostra famiglia. Abbiamo parlato della possibilità di una separazione e l'ho incoraggiata a fare quello che si sentiva», ha detto. In questo momento Harvey Weinstein è ricoverato in una struttura per persone dipendenti dal sesso in Arizona, e ha fatto sapere di volersi riconciliare con la sua famiglia una volta completata la riabilitazione. «So che ha dovuto lasciarmi per il bene dei nostri ragazzi, per lei stessa e per la sua azienda, visto che dà lavoro a 130 persone. Non voglio che né lei né i miei bambini soffrano di più di quanto non abbiano già sofferto apprendendo queste notizie. Amo Georgina e spero che un giorno potremmo riconciliarci sebbene al momento non so se possa essere possibile».

Gli abusi su decine di donne

Il regista avrebbe anche tentato il suicidio, tanto che la figlia ha dovuto chiamare il 911 per impedirglielo. Intanto continua ad allungarsi la lista delle attrici che denunciano di essere state molestate o violentate da Harvey Weinstein quando si trovavano agli inizi della loro carriera: dopo l’inchiesta pubblicata dai giornalisti Jodi Kantor e Megan Twohey sul New York Times, sono tantissime le donne che stanno uscendo allo scoperto. Da Angelina Jolie, che ha detto di essersi rifiutata poi di lavorare con lui in futuro (e di aver sconsigliato ad altri di farlo), a Gwyneth Paltrow che all’epoca si era rivolta a Brad Pitt, passando per Cara Delevingne e Asia Argento. Harvey Weinstein ha ammesso le accuse e chiesto scusa a tutte le donne che hanno subito le sue molestie nel corso degli anni. Parole che non sembrano bastare affatto, soprattutto perché i racconti che escono dalle labbra delle star sono uno più agghiacciante dell’altro, e raccontano una sistematicità e un modus operandi negli abusi, che fa gelare il sangue nelle vene. 

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky