16 ottobre 2017

Leonardo DiCaprio: "il mio incontro con Donald Trump"

print-icon
Leonardo DiCaprio: "il mio incontro con Donald Trump"

Sul tema della questione ambientale, Leonardo DiCaprio è una delle star più impegnate. E, ovviamente, le sue idee sono diametralmente opposte a quelle di Donald Trump. Ecco le sue dichiarazioni in merito al loro incontro.

Non è tutto film e glamour, Leonardo DiCaprio. Anzi, tantissime sono le volte in cui – più che come attore – ha fatto sentire la sua voce come uomo, preoccupato per i cambiamenti climatici che il nostro pianeta sta vivendo. Le sue idee non potrebbero essere più lontane da quelle di Donald Trump. Si sono persino incontrati, i due: ecco com’è andata.

L’incontro con Donald

Lo scorso settembre, Leonardo DiCaprio è intervenuto alla Yale Climate Conference. Accanto all’ex Segretario di Stato John Kerry, l’attore di “The Revenant” e produttore di “Before the Flood”, ha ancora una volta acceso i riflettori su quella questione che – più di tutte – gli sta a cuore: la salvaguardia dell’ambiente, e la pericolosità dei cambiamenti climatici che nel nostro pianeta stanno avvenendo. Di fronte a 2.500 persone, Leonardo DiCaprio ha parlato anche del suo incontro col Presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Un incontro che risale allo scorso dicembre, quando Trump era ancora in lizza per la Presidenza. «Gli abbiamo presentato un esauriente programma per contrastare i cambiamenti climatici, e gli abbiamo mostrato tutto il potenziale economico dei lavori green», ha raccontato l’attore. «Abbiamo parlato di come gli Stati Uniti abbiano il potenziale per guidare il mondo nella produzione di energia pulita, nella ricerca e nello sviluppo». Tuttavia, a giudicare dai risultati (e dalle dichiarazioni di Donald Trump), le parole di DiCaprio sarebbero state vane. Il tycoon ha infatti qualche mese fa annunciato la volontà – da parte degli USA – di abbandonare l’Accordo di Parigi, e ha messo l’avvocato e politico Scott Pruitt a capo della Environmental Protection Agency. Suscitando non poche polemiche.

La causa di DiCaprio

DiCaprio – che ha più volte dichiarato che, anche la donna che deciderà di sposare, dovrà avere un’anima ecologista – ha detto a proposito di quella nomina, e della decisione di Donald Trump: «non dovremmo avere al governo persone che non credono nei fatti, nelle verità e nella scienza moderna. Persone che hanno il potere di manipolare e di mettere a rischio il futuro di intere generazioni. Siamo ad un punto di svolta, ora, e stiamo invece facendo un passo indietro: questa Amministrazione, e molte altre persone, saranno denigrate per non essere intervenute su una questione tanto importante. Tocca alla nostra generazione, tocca a tutti noi, sentirci coinvolti e provare a fare la differenza». Una differenza che, da tempo, l’attore Premio Oscar sta provando a fare. Ora, Leo ha in programma di donare 20 milioni di dollari della sua fondazione proprio alla questione ambientale. «Siamo orgogliosi di poter supportare il lavoro di oltre 100 organizzazioni nel nostro Paese e all’estero», ha dichiarato Leonardo DiCaprio. Che, di recente, si è anche espresso sulla questione Weinstein. «Non ci sono giustificazioni per le molestie e gli abusi sessuali. Non importa chi tu sia o cosa tu faccia di mestiere. Applaudo alla forza e al coraggio delle donne che sono uscite allo scoperto e hanno fatto sentire la loro voce» ha scritto sui suoi profili social. Perché, seppure sia un single incallito, Leo è un amante delle donne. E la sua splendida amicizia con Kate Winslet lo dimostra.

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky